L’acido folico viene spesso associato alla gravidanza e all’allattamento. In effetti questo integratore viene abitualmente usato come “vitamina prenatale”, ma sai il motivo? In questo articolo, potrai toglierti tutti i dubbi su questo nutriente: la sua scoperta, le sue funzioni e il perché della sua popolarità tra le donne incinta.

L’acido folico contribuisce allo sviluppo cellulare e alla replicazione del DNA. Non sorprende, quindi, la sua importanza durante lo sviluppo fetale. Tuttavia, questo integratore può anche essere un’aggiunta interessante all’alimentazione di chiunque, non di quella delle donne in gravidanza. Vuoi saperne di più? Continua a leggere!

Le cose più importanti in breve

  • L’acido folico è la forma sintetica della vitamina B9 (folati).
  • I folati naturali abbondano negli alimenti di origine vegetale, in particolare nelle verdure a foglia verde e nei legumi.
  • La vitamina B9 risulta fondamentale per la divisione cellulare e per la replicazione del DNA. La sua carenza causa malformazioni nel feto e anemia con alterazioni neurologiche nell’adulto.

Classifica: I migliori integratori di acido folico sul mercato

La nostra “classifica” ti permetterà di scegliere tra i migliori integratori di acido folico disponibili su Amazon. Dopo ore di ricerca, abbiamo scelto cinque prodotti che si distinguono dagli altri. Se vuoi un integratore di acido folico con una qualità imbattibile e un prezzo economico, prova a dare un’occhiata ai seguenti prodotti:

Posto nº 1: Colours Of Life (120 compresse, 400 mcg)

Integratore da 400 mcg di acido folico (350 è il peso della compressa), contiene vitamina B9 al 97%. Gli altri ingredienti sono: maltodestrina, cellulosa microcristallina, magnesio stearato e biossido di silicio. La confezione contiene 120 compresse e il dosaggio consigliato è di 1 al giorno (per una somministrazione di 3 mesi).

Secondo le recensioni le compresse si assumono facilmente (sono piccole) con un po’ di acqua. Qualcosa ha riscontrato un miglioramento dei livelli tramite le analisi del sangue. Qualità prezzo particolarmente apprezzati.

Posto nº 2: SanaExpert Natalis Pre (30 capsule, multivitaminico)

Uno degli integratori per chi è in gravidanza che contiene, oltre al dosaggio raccomandato di acido folico di forma già attiva(400 mcg), anche molteplici vitamine e minerali, come la vitamina C, la vitamina D, il calcio, il magnesio e molti altri. Non contiene di glutine, lattosio, fruttosio o additivi. Il produttore consiglia l’assunzione di una capsula al giorno.

Assunto anche da donne che cercano una gravidanza, viene considerato un integratore completo, qualcuna ha notato da subito un miglioramento del benessere generale. Non sono stati segnalati disturbi di alcun genere.

Posto nº 3: Intelligent Labs L-5 MTHF 1MG (120 capsule, 1000 mcg )

Un integratore di ad alto dosaggio di L-5 MTHF adatto per chi ha problemi con la mutazione MTHFR. La confezione contiene 120 capsule da 1000 mcg e dura 4 mesi. Non contiene grano, uova, OGM, lievito, soia, derivati animali, maltodestrine, stearato di magnesio, aromi artificiali o conservanti. Il produttore offre la garanzia soddisfatti o rimborsati.

Le recensioni apprezzano, oltre al prodotto che ha una forma facilmente biodisponibile, anche la correttezza del venditore, che fornisce informazioni aggiuntive a chi acquista il prodotto anche sugli eventuali effetti collaterali.

Posto nº 4: Doctor’s Best Fully Active Folate 400 (90 capsule, 400 mcg)

Un altro integratore con i folati completamente attivi con l’aggiunta di vitamina C per una maggiore stabilità. Senza glutine e adatto anche vegetariani e vegani. Il produttore consiglia di assumere 1 compressa al giorno preferibilmente lontano dai pasti.

I commenti sono ottimi sia in Italia che negli altri paesi, dove è più usato. Apprezzata soprattutto la formula biodisponibile. Qualcuno riferisce di prenderlo da tempo e di avere i livelli dell’omocisteina bassi, quindi dà merito anche a questo integratore. Visti risultati anche nel combattere l’emicrania.

Posto nº 5: WARNKE (100 compresse, 800µg)

Un alto dosaggio di acido folico da assumere 1 volta al giorno con abbondante acqua. La confezione contiene 100 compresse che non contengono glutine, lattosio, gelatina, lieviti, nè aromi, conservanti, pesticidi e allergeni. Adatto anche a vegetariani. Prodotto in Germania, segue la legge europea di qualità HACCP e GMP.

Ottimo rapporto qualità prezzo secondo le persone che lo hanno comprato. Una contestazione per l’alto dosaggio di acido folico contenuto nell’integratore, ma, come potrai leggere nella nostra guida all’acquisto, risulta nei livelli considerati sicuri.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sull’acido folico

L’acido folico (vitamina B9) è essenziale per le donne in gravidanza e per i loro futuri bambini per prevenire l’insorgenza di malformazioni fetali. Anche il resto della popolazione può beneficiare dell’acido folico (o folati): questo nutriente fornisce energia, previene l’anemia e agisce come fattore protettivo contro le malattie cardiache.

acido-folico-prima-xcyp1

L’acido folico è essenziale per la protezione delle nostre cellule.
(Fonte: Subotina: 25227239/ 123rf.com)

Cos’è esattamente l’acido folico?

Nel 1931, la famosa ematologa Lucy Wills scoprì che era possibile curare l’anemia delle donne in gravidanza fornendogli il lievito di birra, ricco di folati. Anni dopo, i primi integratori di folati artificiali (estratto di spinaci) venivano sintetizzati sotto forma di acido folico.

I folati sono sostanze essenziali per la vita, che regolano la replicazione del DNA e la formazione di nuove cellule. Per questo motivo, tale sostanza è anche nota come vitamina B9. I termini folati e acido folico, d’altra parte, derivano dalla parola latina folium (foglia), che indica l’origine del nutriente.

acido-folico-alimenti-xcyp1

Gli alimenti ricchi di acido folico offrono molti vantaggi.
(Fonte: Mapkenova: 77402770/ 123rf.com)

Ricorda che le vitamine del gruppo B sono solubili in acqua. Quindi si trovano nella parte acquosa degli alimenti. Un’assunzione esagerata di queste sostanze può essere facilmente compensata grazie all’eliminazione dai reni (urina). Pertanto, la comparsa della tossicità dovuta all’eccesso di vitamina B9 è rara.

Che differenza c’è tra i folati e l’acido folico?

La vitamina B9 esiste in forma naturale (folati) o come prodotto artificiale (acido folico). È possibile trovare piccole differenze tra le strutture di queste molecole, in modo tale che l’acido folico venga metabolizzato, assorbito e utilizzato in modo sostanzialmente diverso dalla stessa vitamina di origine alimentare.

Una parte dei folati nel cibo viene trasformata direttamente nella forma attiva della vitamina B9 durante la digestione. Al contrario, l’attivazione dell’acido folico è più lenta e richiede l’azione del fegato. Quindi, la vitamina B9 sintetica può accumularsi nel flusso sanguigno in attesa di essere metabolizzata.

acido-folico-cibi-xcyp1

Broccoli, avocado, papaya, arachidi, salmone… e la lista continua. Non hai scuse per non aver trovato acido folico nei tuoi pasti.
(Fonte: Ekatepnha Mapkenoba: 77993448/ 123rf.com)

Recenti ricerche hanno collegato i livelli elevati di acido folico sintetico alla comparsa di alcune malattie. Ecco perché alcune persone preferiscono assumere la vitamina B9 da fonti naturali. Nella tabella che ti mostriamo di seguito puoi consultare le principali differenze tra folati e acido folico:

Folati Acido folico
Origine Naturale (presente negli alimenti) Artificiale (integratori e alimenti arricchiti)
Attivazione Intestinale ed epatica Epatica
Bioaccumulazione (Che succede se si eccede?) Non è possibile un accumulo tale da essere tossico Il suo eccesso si accumula nel sangue. Può risultare tossico.
Tossicità Non sono stati trovati livelli di tossicità con livelli alti Si possono mascherare i sintomi della carenza di vitamina B12. Le alte concentrazioni non metabolizzate possono essere tossiche.
Biodisponibilità
(capacità di assimilazione dell’organismo)
Variabile (approssimativamente il 50%) Molto alta: del 100% (integratori) e dell’85% (alimenti arricchiti)
Raccomandazioni Si consiglia di assumerli giornalmente Si consiglia un’integrazione in gravidanza, in allattamento e in stati carenziali

Qual è la funzione dei folati?

La vitamina B9, o acido folico, agisce congiuntamente alla vitamina B12. Insieme, contribuiscono al processo di replicazione del DNA e alla sintesi cellulare, promuovendo la creazione di nuove cellule del sangue e al rinnovo dei tessuti corporei. Nei bambini, questo processo è cruciale per la crescita e lo sviluppo.

D’altra parte, è stato dimostrato che il folato contribuisce ad abbassare i livelli omocisteina nel sangue. L’omocisteina è un amminoacido che è stato collegato alle malattie cardiovascolari quando è in eccesso. I folati consentono la trasformazione dell’eccesso di omocisteina in metionina, un altro aminoacido meno pericoloso.

Qual è la dose giornaliera raccomandata di folati?

È importante consumare giornalmente un’adeguata quantità di folati per mantenere i livelli di questa vitamina entro limiti sani. Nella tabella che mostriamo di seguito è possibile trovare la dose giornaliera raccomandata di vitamina B9 in base all’età, al sesso e ad altri fattori come la gravidanza:

Gruppo di appartenenza Dose (microgrammi/giorno)
Neonati 0-6 mesi 65
Neonati 7-12 mesi 80
Bambini e bambine 1-3 anni 150
Bambini e bambine 4-8 anni 200
Bambini e bambine 9-13 anni 300
Maschi maggiori di 14 anni 400
Femmine maggiori di 14 anni 400
Donne incinta o che programmano una gravidanza 600-800
Donne in allattamento 500

Per garantire il corretto sviluppo del feto, gli esperti raccomandano di aumentare la dose di folati delle donne in gravidanza. Questa dose giornaliera raccomandata di B9 può essere raggiunta attraverso una dieta con abbondanti alimenti ricchi di folati, sebbene generalmente si preferisca aggiungere un integratore o alimenti arricchiti con acido folico.

Come si arriva a una carenza di folati?

È possibile che una carenza di vitamina B9 appaia se l’assunzione di folati è inadeguata (digiuno prolungato o alimentazione inadeguata), se ci sono problemi di malassorbimento (morbo di Crohn, celiachia), se il fabbisogno di folati è superiore al normale (in gravidanza e allattamento) o se c’è una perdita di questa vitamina (uso di alcuni farmaci).

C’è un’altra ipotesi che mette in relazione la perdita di folati con l’uso eccessivo di lampade abbronzanti. È stato dimostrato che la luce ultravioletta degrada e inattiva la vitamina B9, pertanto, si sospetta che l’uso indiscriminato dei raggi UV sulla pelle possa ridurre i livelli di folati nel sangue.

foco

Uno studio del 2014 dell’Università del Queensland (Australia) ha rilevato che le giovani donne esposte alle radiazioni UV del sole dopo aver assunto l’acido folico hanno ridotto l’efficacia finale del loro integratore.

Come si manifesta la carenza di folati?

La carenza cronica di folati è rara nel nostro ambiente, soprattutto se si tiene conto che gran parte degli alimenti trasformati (come cereali, biscotti o pasticcini) sono stati arricchiti con acido folico. Anche così, questa carenza può comparire in alcuni gruppi di popolazione e dare origine a segni e sintomi indesiderati, come ad esempio:

  • Difetti del tubo neurale del feto: La carenza di acido folico è stata collegata ad un aumento delle malformazioni fetali come la spina bifida (alterazioni nella formazione del midollo spinale) e l’anencefalia (assenza di cervello o cranio).
  • Alterazioni della pelle e dei capillari: La carenza di folati può essere accompagnata da desquamazione e secchezza della pelle. È anche possibile che compaiano alterazioni del colore dei capelli, generalmente sotto forma di capelli grigi di aspetto prematuro.
  • Anemia: L’anemia è definita come una diminuzione del numero normale di globuli rossi, che influisce negativamente sul trasporto di ossigeno e sostanze nutritive ai tessuti corporei. Questa anemia è di tipo megaloblastico (i globuli rossi sono aumentati di dimensioni) e può essere confusa con quella causata dalla carenza di vitamina B12.
  • Coinvolgimento neurologico e psichiatrico: Se l’anemia viene mantenuta per un lungo periodo di tempo, appariranno problemi di memoria, insonnia (di notte), sonnolenza (durante il giorno), alterazioni della sensibilità e dell’equilibrio, depressione e persino demenza.

La comparsa di anemia e disturbi neuropsichiatrici è lenta e può passare inosservata negli adulti. Una persona sana ha una riserva di folati nel suo corpo. Se soffre di un processo di carenza (ad esempio, a causa di malnutrizione o malattia), gli effetti derivati dalla privazione di folati richiederanno circa quattro mesi per comparire.

Un’altra forma di deficit B9 è la carenza acuta. In questo caso, c’è una perdita di folati dovuta all’uso di alcuni farmaci, come il metotrexato (agente antitumorale), con dermatiti, diarrea e ulcere orali e linguali. Questo tipo di farmaci è accompagnato da un integratore che impedisce la comparsa della maggior parte delle complicanze.

acido-folico-polvere-xcyp1

Se si preferisce regolare il dosaggio dell’integratore di acido folico al minimo, potrebbe essere una buona idea acquistare un prodotto in polvere.
(Fonte: dolgachov: 54776175/ 123rf.com)

Quali alimenti sono ricchi in folati?

Gli alimenti di origine vegetale, come verdure a foglia verde e legumi, sono ricchi di folati. È anche possibile trovare questa vitamina in alimenti di origine animale, come il fegato di vitello o il pesce azzurro.

Di seguito, è possibile consultare una tabella che include informazioni sulle principali fonti di folato:

Alimento Dosaggio di folati (mcg) per razione % della dose giornaliera consigliata
Lenticchie 358 90
Ceci 282 71
Spinaci 263 65
Asparagi 262 65
Fegato di vitello 212 52
Bietole 177 44
Papaya 115 29
Avocado 110 28
Arachidi 88 22
Broccoli 84 21
Arancia 40 10
Salmone 14 4

Tuttavia, ricorda che la cottura elimina parte dei folati presenti in questi alimenti, riducendo il loro contenuto nutrizionale. Se vuoi ottenere il massimo dalla tua dieta e aumentare l’assunzione di vitamina B9, aumenta la quantità di frutta e verdura crude. Anche la cottura a vapore e l’uso di microonde limitano la perdita di folati.

Sfortunatamente, questi suggerimenti non sempre idonei per le donne in gravidanza. In generale, a loro si raccomanda di limitare l’uso di cibi crudi che potrebbero contenere sostanze dannose per il feto. Per loro l’uso di un integratore di acido folico sarà molto più vantaggioso.

Chi può beneficiare di un integratore di acido folico?

È possibile che in alcuni gruppi di popolazione l’assunzione di folati nella dieta non sia sufficiente a garantire livelli adeguati di B9. In tal caso, l’aggiunta di un integratore di acido folico alla routine giornaliera previene la comparsa di stati di carenza.
I seguenti gruppi di persone potrebbero beneficiare di un supplemento:

  • Donne in gravidanza o in allattamento: In gravidanza c’è un aumento del fabbisogno nutrizionale di vitamina B9. L’introduzione di un integratore di acido folico consentirà il rispetto delle raccomandazioni giornaliere.
  • Persone sopra i 65 anni: La mancanza di folati negli anziani può manifestarsi con disturbi della memoria e della visione. L’uso di un integratore può tenere a bada questi sintomi.
  • Bambini appena nati (specialmente se prematuri): Se i livelli di folato della madre erano insufficienti, il neonato avrà bisogno di una scorta extra di acido folico per evitare alterazioni nella crescita e nello sviluppo.
  • Malassorbimento intestinale: Alcune malattie (morbo di Crohn, celiachia, colite ulcerosa) causano difficoltà nell’assorbimento di nutrienti, incluso i folati. L’uso di un integratore aiuterà a prevenire la mancanza di questa vitamina.
  • Persone con problemi di alcolismo: Anche se il consumo moderato di birra ha dimostrato di aumentare i livelli di folati, l’assunzione eccessiva di alcol (come il whisky o il gin) avrà l’effetto opposto. In questi casi, sarà necessario aggiungere un integratore di acido folico.
  • Utilizzo di alcuni farmaci: Esistono farmaci (antitumorali, antiepilettici, antimalarici, antireumatici, contraccettivi, diuretici e alcuni antibiotici) con attività “antifolati” che riducono le riserve di B9 nel corpo. In questi casi, un integratore può prevenire l’insorgenza di deficit di folati.
  • Carenze metaboliche: Sono state descritte alterazioni genetiche in cui la capacità di assorbire, attivare o immagazzinare folati diminuisce parzialmente o completamente. In questi casi, l’assunzione di acido folico (o anche forme attive di vitamina B9) sarà essenziale per evitare l’insorgere dei sintomi.
  • Persone con patologie cardiovascolari:Livelli adeguati di B9 contribuiscono a ridurre l’omocisteina ematica. In questo modo diminuisce la probabilità di soffrire di eventi cardiaci avversi. L’uso di un integratore di acido folico aiuterà a mantenere lìomocisteina entro livelli adeguati.
  • Persone con vitiligine e psoriasi: Una maggior quantità di acido folico ha dimostrato di migliorare i sintomi di queste condizioni della pelle nella maggior parte degli studi clinici.

Ci sono altre ipotesi sui benefici dell’acido folico. Ad esempio, questo nutriente è di solito consigliato alle persone che vogliono migliorare la consistenza e la velocità della crescita dei capelli. Tuttavia, gli studi clinici non sono stati in grado di verificare l’utilità dell’acido folico in questi casi, con un miglioramento minimo o nullo osservato.

Attualmente viene anche studiato il ruolo dell’acido folico nel trattamento della depressione. La somministrazione di acido folico ha mostrato benefici nel 20% dei pazienti trattati contemporaneamente con B9 e antidepressivi. Sfortunatamente, sono necessari più dati prima di poter confermare questa promettente ipotesi.

acido-folico-folati-xcyp1

L’acido folico può essere trovato in diversi alimenti.
(Fonte: ratmaner: 105448070/ 123rf.com)

Qual è l’importanza dell’acido folico in gravidanza?

I difetti del tubo neurale (struttura embrionale che porterà al sistema nervoso centrale) colpiscono 8 su 10.000 bambini nati in Spagna. Sebbene la causa esatta di queste malformazioni non sia nota, è stato dimostrato che esse si verificano più frequentemente nei bambini di madri con livelli di folati al di sotto del normale.

Da quando viene consigliato l’acido folico come integratore in gravidanza, si sono ridotti i casi di difetti del tubo neurale in una percentuale calcolata tra il 50% e il 70%. Questi dati provengono da studi affidabili e riconosciuti, come la sperimentazione clinica del Consiglio di ricerca medica del Regno Unito.

acido-folico-analisi-xcyp1

È importante essere consapevoli dei sintomi di una carenza di acido folico. L’anemia è uno di queste.
(Fonte: Jarun Ontakrai: 98685168/ 123rf.com)

Oggi, alle donne che intendono iniziare una gravidanza si raccomanda di assumere un integratore di 0,4 mg al giorno(400 microgrammi), iniziando un mese prima del concepimento e continuando a prenderlo fino alla dodicesima settimana di gravidanza. Alcune donne possono richiedere dosi più elevate (ad esempio, se assumono farmaci antiepilettici).

Quanti tipi di integratori di acido folico esistono?

L’acido folico è la forma sintetica di vitamina B9 più popolare quando si parla di integrazione. Tuttavia, ci sono persone incapaci di metabolizzare questa forma di vitamina, il che causa l’accumulo di acido folico nel sangue e aumenta il rischio di malattie gravi (come le malattie cardiovascolari e il cancro).

Queste persone possono ottenere il loro contributo di folati attraverso il consumo di integratori di acido levofolico (5-MTHF). Questa sostanza è la forma attiva di vitamina B9, in grado di fornire tutti i benefici dei folati senza la necessità di essere metabolizzati.

Di seguito, ti presentiamo una tabella che mette a confronto i due tipi di integratori:

Integratori di acido folico Integratori di 5-MTHF
Struttura molecolare Artificiale La stessa della forma naturale
Biodisponibilità Molto alta (100-85%). Un pH gastrico inadeguato può ostacolare l’assimilazione Molto alta (100-85%). Independente dal pH gastrico
Attivazione Metabolismo epatico Non è necessaria
Tossicità Può mascherare i sintomi della carenza di B12. Alte concentrazioni non metabolizzate possono essere tossiche Non maschera i sintomi di carenza di B12. Non si accumula
Effetti collaterali Minimi (reazioni di ipersensibilità) Sono stati descritto: Irritabilità, insonnia, dolori articolari, acne, irritazioni cutanee, ansia, palpitazioni, cefalea, emicranee
Sicurezza Molto sicuro al dosaggio raccomandato Probabilmente sicuro. Sotto studio
Prezzo Accessibile (6-15€) Alto (20-40€)

Gli integratori di acido folico sono un’opzione economica e sicura per la maggior parte della popolazione. Tuttavia, le persone con alterazioni nel metabolismo di questo prodotto possono aumentare i livelli di B9 utilizzando l’acido levofolinico. Se dopo l’uso compaiono effetti collaterali, devi interrompere l’assunzione dell’integratore e consultare il medico.

Qual è il prezzo medio degli integratori di acido folico?

Il prezzo degli integratori di acido folico è molto conveniente (tra € 6 e € 15). Le donne in gravidanza possono spendere anche meno (o niente) grazie a una prescrizione medica. Il prestigio del marchio, una dose più elevata del solito e l’aggiunta di altri composti possono far aumentare il prezzo finale del prodotto in minima parte.

D’altra parte, gli integratori di acido levofolinico sono molto più difficili da trovare. Anche il 5-MTHF può essere ottenuto con la prescrizione, ma le sue indicazioni sono molto più rigide (persone con deficit metabolici incapaci di trarre vantaggio dall’acido folico). Il suo prezzo come integratore da banco è elevato (€ 20-40).

Joe LeechNutrizionista. Università di Wollongong, Sidney

“[Tradotto dall’inglese] [Integrazione con acido levofolinico] È come se ti portassero a casa il cibo preparato, invece di darti gli ingredienti a crudo. Avere una mutazione del gene MTHFR equivale a non avere una padella o una pentola in cui cucinare quegli ingredienti.”

Come assumere gli integratori di acido folico?

L’integrazione con acido folico è molto semplice. Sarà solo necessario prendere una compressa con la dose raccomandata (tra 250 e 400 mcg) una volta al giorno, preferibilmente prima di colazione. Alcune persone possono avvertire disturbi allo stomaco dopo aver ingerito la compressa. In tal caso, si consiglia di assumerla con i pasti.

Si ritiene che l’integrazione con acido folico o 5-MTHF sia effettuata per un periodo di tempo limitato (circa quattro mesi). Un’eccezione sono le donne in età fertile, per le quali alcune linee guida raccomandano di assumere piccole quantità di B9 al giorno, garantendo la salute del futuro embrione in caso di gravidanza accidentale.

acido-folico-vitiligine-xcyp1

La vitiligine è una malattia che produce cambiamenti nella pigmentazione della pelle. Un integratore di acido folico può contribuire alla gestione dei sintomi.
(Fonte: Andrii Afanasiev: 75815057/ 123rf.com)

Quali effetti collaterali può provocare l’acido folico?

L’integrazione con acido folico è considerata sicura. Sono stati descritti effetti collaterali minori, come nausea, mal di stomaco e disagio dopo l’assunzione delle compresse in alcune persone. In questi casi si consiglia di prendere l’integratore accompagnato da cibo o appena prima di andare a dormire.

D’altra parte, alcuni studi hanno riscontrato un aumento dell’incidenza di cancro e malattie cardiovascolari tra le persone che hanno integrato dosi molto elevate (oltre 1000 mcg) di acido folico per lungo tempo. Questo è il motivo per cui gli esperti raccomandano di non superare mai la dose massima raccomandata di 1 mg.

Infine, sono stati segnalati effetti avversi con l’assunzione di 5-MTHF, come irritabilità, insonnia, dolori muscolari, irritazioni della pelle, ansia e mal di testa, tra gli altri. Questi effetti non vengono a tutti e non ci sono indicatori che ci permettono di scoprire prima chi possa essere suscettibile a questi sintomi.

foco

Nella maggior parte dei casi, la nausea causata dall’assunzione di un integratore di acido folico passa entro poche settimane.

Quali controindicazioni hanno gli integratori di acido folico?

Gli integratori di acido folico sono controindicati nelle persone con ipersensibilità a questo composto. Inoltre, questo prodotto non è raccomandato a quelle persone con difetti nel metabolismo dei folati (alterazioni nel gene MTHFR). Per loro è consigliato l’uso di acido levofolinico.

Un’altra importante controindicazione all’uso di questo articolo è la presenza di un deficit concomitante di vitamina B12. In questo caso, l’uso di acido folico può mascherare i primi sintomi del deficit di questa vitamina, che ostacolerà il trattamento e aumenterà il rischio di soffrire di complicanze più gravi.

Dott.ssa Cristina TomasiNutrizionista

“L’acido folico partecipa alla sintesi di emoglobina e di alcuni aminoacidi, come la metionina e la glutammina, importanti per la crescita, per la riproduzione e per il buon funzionamento del sistema nervoso.”

Criteri di acquisto

La scelta di un integratore di vitamina B9 può essere complicata. Hai dubbi tra un integratore di acido folico e uno di 5-MTHF? Non so sai se optare per un integratore che combina, oltre alla vitamina B9, anche iodio e ferro? In tal caso, i nostri criteri di acquisto ti aiuteranno a scegliere l’articolo più adatto alle tue esigenze:

  • Interazioni farmacologiche
  • Contenuto di 5-MTHF
  • Alimentazione vegana o vegetariana
  • Dose raccomandata
  • Forma de somministrazione
  • Rapporto qualità prezzo

Interazioni farmacologiche

Le interazioni farmacologiche di acido folico sono poche. Il più delle volte, la combinazione di un determinato farmaco con vitamina B9 ridurrà l’efficacia dell’integratore. Se si utilizza uno dei seguenti trattamenti, ti consigliamo di discutere con il tuo medico se l’acido folico sia l’integratore giusto per te:

  • Anticonvulsivi (medicinali per il trattamento dell’epilessia)
  • Metotressato
  • Farmaci per il trattamento della malaria

Contenuto di 5-MTHF

A seconda della tua storia personale (assunzione di farmaci antiepilettici, alterazioni genetiche o malassorbimento), può essere utile modificare l’integratore di acido folico in uno di 5-MTHF. La forma attiva di vitamina B9 offre tutti i benefici dell’acido folico e non ha bisogno di essere metabolizzata previamente.

Alimentazione vegana o vegetariana

Fortunatamente, gli integratori di acido folico sono disponibili in formati adatti a vegani e vegetariani. Se vuoi utilizzare un articolo privo di prodotti di origine animale, assicurati che il rivestimento della capsula dell’integratore sia di origine vegetale. Oppure, semplicemente, cerca il sigillo di qualità vegana sui tuoi prodotti.

acido-folico-vegano-xcyp1

Gli integratori di acido folico adatti ai vegani hanno un sigillo molto caratteristico, che consente di riconoscerli facilmente.
(Fonte: themoderncanvas: 57067475/ 123rf.com)

Dose raccomandata

Nella tabella che trovi di seguito, puoi consultare la dose raccomandata (secondo i principali esperti) per ciascun gruppo di persone. Tuttavia, ricorda che la dose ottimale di acido folico varia da persona a persona e deve essere regolata individualmente, preferibilmente dopo una visita da un professionista della salute.

Gruppo di appartenenza Dose raccomandata
Persone con carenza di folati 250 mcg – 1000 mcg
donne in gravidanza, prevenzione dei difetti del tubo neurale nel feto 400 mcg
Donne in allattamento 250 mcg – 400 mcg
Persone con alti livelli di omocisteina 200 mcg – 15000 mcg*
Persone con sintomi depressivi 250 mcg – 500 mcg
Degenerazione maculare associata all’età 2500 mcg*
Soggetti con vitiligine 5000 mcg*

*Le dosi elevate di acido folico richiedono la supervisione obbligatoria da parte di un professionista del settore.

Forma di somministrazione

Solitamente, l’acido folico si presenta sotto forma di capsule, compresse o perle che devono essere ingerite con acqua alla stessa ora ogni giorno.
È anche possibile trovare sia l’acido folico che il 5-MTHF in polvere. Questo formato è molto meno popolare e di solito è rivolto agli appassionati di bodybuilding.

L’acido folico raccomandato per le donne in gravidanza può essere trovato in articoli chiamati “vitamine prenatali”, che di solito contengono, oltre alla vitamina B9, composti come ferro, B12 e iodio. Se sei incinta o hai intenzione di iniziare una gravidanza, parla con il tuo medico o la tua ostetrica su quale tipo di integratore sia il più adatto a te.

Eva Bermejo-SánchezCoordinatrice dell’area dell’Istituto di Malattie rare
Carlos III Health Institute

“Ci sono molti modi per prevenire i difetti alla nascita. Importante: pianificare una gravidanza, vaccinarsi e assumere un integratore di acido folico prima di rimanere incinta, evitare alcol, tabacco e droghe.”

Rapporto qualità prezzo

Indubbiamente, gli integratori di acido folico sono molto più economici di quelli del 5-MTHF. Sarà una buona idea acquistare un formato ‘convenienza’ che contenga un dosaggio sufficiente per un integrazione per tre o quattro mesi. La polvere di vitamina B9 sarà più costosa, ma consentirà una migliore regolazione della dose.

Conclusioni

L’acido folico è stato rivoluzionario per la salute delle donne incinta e dei loro bambini. Come integratore prenatale, riduce la comparsa di malformazioni del tubo neurale e aiuta a far nascere bambini sani e forti. Tuttavia, ricorda che questa vitamina è anche essenziale per il benessere dell’intera popolazione.

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile per conoscere meglio questo nutriente. Ricorda che, se usato alle dosi raccomandate, l’acido folico è un integratore sicuro ed estremamente utile. Combinalo con un’alimentazione appropriata e uno stile di vita attivo per ottenere il massimo da tutti i suoi benefici.

Ti è piaciuto il nostro articolo sull’acido folico? In tal caso, condividilo, lascia un commento e vota l’articolo!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Yemelyanov: 47531853/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
36 Voto(i), Media: 4,03 di 5
Loading...
ABCINTEGRATORI

Pubblicato da ABCINTEGRATORI