La glutammina è un amminoacido utile a qualsiasi sportivo che vuole mantenere un rendimento ottimo in maniera costante. Lo stress e le lesioni possono mettere un freno al tuo progresso verso un’ottima forma fisica. Aggiungere glutammina può aiutarti a risolvere questa situazione. Questo amminoacido è uno dei più abbondanti nel corpo umano.

Ha molteplici funzioni che sono di vitale importanza per il mantenimento della salute. Tra questi troviamo la riparazione delle ferite, il rafforzamento del sistema immunitario e l’aumento della resistenza muscolare. Continua a leggere se vuoi scoprire di più su questa fantastica sostanza.

Le cose più importanti in breve

  • La glutammina è uno degli amminoacidi più abbondanti nel corpo umano.
  • In condizioni normali, il corpo è in grado di sintetizzare la glutammina da solo. Tuttavia, durante i processi stressanti può essere necessaria un’integrazione.
  • La glutammina può essere utile per aumentare le prestazioni sportive, minimizzare la perdita muscolare e migliorare lo sviluppo del sistema immunitario.

Classifica: I migliori integratori di glutammina sul mercato

Abbiamo analizzato gli integratori di glutammina disponibili su Amazon. Dopo ore di ricerca, abbiamo deciso di creare questa “classifica” che contiene i cinque migliori integratori alimentari di glutammina. Se stai cercando un prodotto sicuro, economico e di qualità, ti consigliamo di scegliere una delle seguenti opzioni:

Posto nº 1: One Protein Glutamine Powder (in polvere)

Integratore in polvere di sola L-Glutammina in polvere, nessun altro ingrediente. La confezione è da 500g e il produttore consiglia di assumere 1 misurino da 5g una volta al giorno. Contiene quindi un dosaggio da 100 giorni. Disponibile anche nel formato da 200g. Prodotto in Italia.

Le recensioni parlano molto bene di questo integratore. Qualcuno lo utilizza per problemi di salute con buoni risultati. Dicono che si scioglie bene, è insapore e la maggior parte dei compratori lo usano come integratore sportivo da più tempo.

Posto nº 2: DUAL Pro Glutamine (in polvere)

Un altro integratore di L-Glutammina senza additivi. È adatto per vegani, inoltre non contiene allergeni, coloranti, OGM, zuccheri, glutine o lattosio. La confezione è anche in questo caso da 500g, sempre per una somministrazione di poco più di tre mesi. Il produttore offre la garanzia soddisfatti o rimborsati.

Ottima solubilità, insapore ed efficace nel dare più energia, dicono alcune opinioni. Qualcuno ci tiene a sottolineare anche un miglior recupero dopo l’attività. L’ottimo rapporto qualità prezzo è tra le cose più messe in evidenza tra chi utilizza questo integratore.

Posto nº 3: Yamamoto Nutrition (in polvere)

La nostra terza scelta è sempre di un prodotto in polvere made in Italy, il cui unico ingrediente è la L-Glutammina (Kyowa). Contiene 600g di prodotto e il produttore consiglia di assumere 5g al giorno (con il dosatore incluso), per una durata della confezione di circa 4 mesi. È insapore.

Dai commenti, tutti positivi, è possibile rendersi conto che in molti lo usano dopo aver provato altri tipi di integratori, ritenendo questo più efficace. Qualcuno non apprezza che sia totalmente insapore.

Posto nº 4: Glutammina Pura T-Rex (in compresse)

La L-glutammina della T-REX contiene L-Glutammina, cellulosa microcristallina, idrossipropilcellulosa come addensante e gli antiagglomeranti sono il biossido di silicio e il magnesio stearato vegetale. È adatta anche a vegani, è gluten free ed è made in Italy. La confezione è da 120 compresse e la dose consigliata è di 5 compresse al giorno.

I benefici per la salute vengono ottenuti anche con un dosaggio inferiore, si legge tra i commenti. Chi usa queste compresse come integratore sportivo, le ritiene utili per la ricostruzione muscolare e il recupero post allenamento.

Posto nº 5: Yamamoto Nutrition Glutamine PEPTIDE (in compresse)

Integratore di glutammina in forma peptidica, contenente 200 compresse. Il dosaggio consigliato è di 6 compresse ripartite nella giornata, per una durata di 40 giorni. Attenzione: la glutammina peptide è ricavata da proteine di frumento idrolizzate, quindi contiene glutine.

Ha poche recensioni – che comunque lo ritengono un buon integratore – perché la forma peptide è molto meno utilizzata rispetto alla L-Glutammina. Ci è sembrato comunque giusto inserire questo prodotto in quanto può essere considerato un’alternativa o un buon collaboratore della forma libera di glutammina.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sulla glutammina

Gli integratori di glutammina sono tra i più popolari di tutta la nutrizione sportiva. Molti appassionati di bodybuilding li usano con l’intenzione di guadagnare massa muscolare e aumentare la resistenza durante l’esercizio fisico. Un altro aspetto meno noto di questo amminoacido è la sua utilità nel campo medico.

glutammina-prima-xcyp1

Hai difficoltà a finire quell’ultima sessione in palestra? I bassi livelli di glutammina potrebbero essere la causa.
(Fonte: Drobot: 45025561/ 123rf.com)

Cos’è la glutammina esattamente?

A differenza degli amminoacidi essenziali, che non possono essere sintetizzati dal corpo e devono essere ingeriti quotidianamente, la glutammina è un amminoacido non essenziale. Il nostro corpo può creare questa sostanza da altri componenti della dieta. Tuttavia, “non essenziale” non significa “non importante”.

La glutammina è in grado di legarsi ad altri aminoacidi per formare catene di proteine che danno struttura al muscolo. Infatti, si stima che il 61% del tessuto muscolare scheletrico (muscolatura volontaria) sia composto da questo amminoacido, che ha un ruolo centrale nella crescita e nella riparazione dei tessuti corporei.

glutammina-prodotto-xcyp1

La glutammina di solito si aggiunge ad altri integratori alimentari, come BCAA (aminoacidi ramificati), elettroliti, minerali e vitamine.
(Fonte: Trojanowski: 89190471/ 123rf.com)

Inoltre, questo amminoacido è usato come fonte di energia dalle cellule dell’intestino, del rene, del fegato, del cervello e del sistema immunitario. Qualsiasi situazione che colpisce questi sistemi (come lo stress) causa un aumento del consumo di glutammina. In questa situazione, un apporto extra di questo amminoacido può essere necessario attraverso la dieta.

Quali funzioni ha la glutammina?

Gli amminoacidi sono formati da ossigeno, carbonio, idrogeno e atomi di azoto. La glutammina, che contiene due atomi di azoto, funge da trasportatore di questa sostanza tra il sangue e le cellule. L’azoto è una molecola indispensabile per la rigenerazione e la crescita dei tessuti.

Inoltre, la glutammina è in grado di attraversare la barriera emato-encefalica (un sistema protettivo che isola il cervello dalle sostanze presenti nel sangue). Pertanto, è in grado di esercitare le sue funzioni anche sui neuroni. Le caratteristiche citate consentono alla glutammina di intervenire in numerose funzioni:

  • Sintesi delle proteine: La glutammina costituisce una gran parte del tessuto muscolare e osseo, che è essenziale per l’anabolismo (processo di crescita del tessuto)
  • Regolazione del pH: La sua capacità di cedere e accettare le molecole di azoto conferisce alla glutammina una capacità tampone, cioè di proteggere il corpo da improvvise variazioni di pH.
  • Sintesi dell’energia: La glutammina è importante quanto il glucosio per la produzione di energia. Infatti, le cellule del rene, del cervello e del sistema immunitario scelgono la glutammina come principale fonte di energia.
  • Trasporto di ammoniaca non tossico: L’ammoniaca è una sostanza ricca di azoto che è tossica se viaggia liberamente nel sangue. La glutammina è in grado di legarsi all’ammoniaca e trasportarla in sicurezza ai reni, dove viene eliminata.
  • Sintesi di neurotrasmettitori: Dalla glutammina è possibile sintetizzare due neurotrasmettitori, il glutammato e il GABA (dall’inglese: acido gamma-aminobutirrico). Questi due composti sono cruciali per una corretta funzione cerebrale.

Queste sono solo alcune funzioni della glutammina. Gli studi più recenti relazionano anche questo aminoacido con la sintesi di antiossidanti, la sensibilità all’insulina e la regolazione della permeabilità intestinale. Non c’è dubbio che questa sostanza sia essenziale per mantenere un sano equilibrio giorno per giorno.

foco

Lo sapevi che durante una grave situazione di stress, il muscolo viene ‘distrutto’ per rilasciare la glutammina nel sangue? Questo processo è noto come “catabolismo”.

È possibile avere una carenza di glutammina?

La decisione di classificare la glutammina come un amminoacido non essenziale è in discussione. Alcune situazioni come lo stress (fisico o emotivo), gli infortuni, le malattie o la malnutrizione possono aumentare la richiesta di glutammina o diminuirne la sintesi. In tali casi, diventa necessario integrare direttamente questo amminoacido.

glutammina-fatica-xcyp1

Prendersi cura di una persona non autosufficiente è un compito molto difficile. Puoi consumare le nostre riserve di glutammina.
(Fonte: Bialasiewicz: 26146754/ 123rf.com)

La carenza di glutammina si verifica più frequentemente nelle persone con uno stile di vita attivo. Ad esempio, alcuni studi riportano una significativa diminuzione dei livelli di glutammina nel sangue dopo un’ora di intenso esercizio. Questa carenza sarà particolarmente rilevante se, inoltre, viene aggiunto uno dei seguenti fattori:

  • Malattie: Queste possono essere lievi (raffreddore, influenza, gastroenterite) o gravi (cancro). Malattie croniche come il morbo di Crohn favoriscono in particolare la perdita di glutammina.
  • Allergie: Qualsiasi stato che generi un’infiammazione diffusa contribuirà ad un aumento del dispendio di glutammina, che sarà utilizzata per sintetizzare le cellule immunitarie e i componenti alla risposta infiammatoria.
  • Lesioni: La glutammina è essenziale per la cicatrizzazione e la guarigione delle ferite. In caso di ferite, ustioni e fratture aumenteranno le tue esigenze.
  • Stress psicologico: Una situazione psicologicamente stressante (come la preparazione a un esame o affrontare delle difficoltà) genererà un maggiore dispendio di glutammina che sarà usato per formare neurotrasmettitori.
  • Scorretta alimentazione: Le diete “miracolose” possono diventare troppo restrittive, fornendo una quantità insufficiente di amminoacidi. Una persona che combina un intenso esercizio fisico e una dieta povera di sostanze nutritive ha un’alta probabilità di soffrire di una carenza di glutammina.
  • Allenamento ad alta intensità: Gli sportivi e le persone che amano il fitness hanno un aumentato fabbisogno di glutammina. I loro muscoli sono in costante crescita e richiedono una maggiore quantità di energia rispetto al normale.

Come si manifesta la carenza di glutammina?

I livelli normali di glutammina nel sangue sono circa 600 ɥmol/L. Al di sotto di questa cifra, appariranno sintomi indesiderati (ad esempio, affaticamento). Livelli inferiori a 200 μmol/L segnalano la presenza di una malattia grave. Controlla i tuoi livelli di glutammina se hai una qualsiasi delle seguenti manifestazioni:

  • Maggior frequenza delle infezioni: La glutammina è essenziale per il mantenimento del sistema immunitario in condizioni ottimali. Il suo deficit porterà ad una maggiore prevalenza a tutti i tipi di infezioni.
  • Problemi gastrointestinali: Le cellule intestinali usano la glutammina per la loro nutrizione, crescita e sviluppo. Una carenza di questo amminoacido influenzerà la digestione e la capacità di assorbimento dei nutrienti.
  • Affaticamento: Se i livelli di glutammina sono troppo bassi, il muscolo non sarà in grado di sfruttare questo aminoacido per produrre energia. Pertanto, ci sarà una diminuzione della resistenza muscolare e un aumento del rischio di affaticamento dopo l’allenamento.
  • Perdita di massa muscolare: Ricorda che il tessuto muscolare è composto per il 60% da glutammina. Se i livelli di questo amminoacido sono insufficienti, il corpo “spezzerà” le fibre muscolari per ottenere la glutammina, diminuendo la massa muscolare.
  • Perdita di peso: La perdita di massa muscolare, associata a un cattivo assorbimento del cibo, porterà di conseguenza a una perdita di peso malsana.
  • Difficoltà nei processi di guarigione delle ferite: Le cellule avranno difficoltà a replicarsi in assenza di glutammina, impedendo la corretta guarigione delle ferite.
glutammina-formula-xcyp1

Glutammina (l-glutamina, Gln, Q), molecola di glutammina.
(Fonte: Molekuul: 85933780/ 123rf.com)

Inoltre, la mancanza di glutammina è stata collegata a due condizioni particolarmente sgradevoli. La prima è la “sindrome da sovrallenamento”, un deterioramento delle prestazioni sportive associato a fatica, irritabilità e perdita di massa muscolare che si verificano in soggetti che si allenano a intensità troppo elevate.

In secondo luogo, può apparire la cosiddetta “sindrome dell’intestino permeabile”, una condizione in cui le cellule intestinali consentono il passaggio di molecole tossiche, microrganismi e particelle alimentari non digerite, nel sangue. Questo genera uno stato di infiammazione cronica, con gonfiori, disagio addominale e perdita di peso.

Come posso aumentare i miei livelli di glutammina?

Una persona con uno stile di vita sedentario può aumentare i suoi livelli di glutammina semplicemente seguendo una dieta sana, ricca di sostanze nutritive e antiossidanti. Diete molto restrittive o con molti carboidrati raffinati e alimenti industriali diminuiscono la glutammina disponibile, che verrà utilizzata dal corpo per la purificazione di queste sostanze.

Se segui uno stile di vita attivo o sei un atleta, dovresti prestare attenzione ad altri fattori oltre alla tua dieta. Evita stress mentale ed emotivo, la mancanza di sonno e il sovrallenamento se desideri mantenere i livelli di glutammina entro i limiti normali. In questo caso, aggiungere un integratore alla tua dieta potrebbe avvantaggiarti.

foco

È stato dimostrato che anche la sola alimentazione scorretta può ridurre i livelli di glutammina fino al 25%.

Quali sono gli alimenti ricchi di glutammina?

La glutammina è abbondante negli alimenti di origine animale, come la carne (preferibilmente magra), le uova e i latticini. Questo nutriente si trova anche in alcuni frutti, verdure, legumi e derivati della soia.
Nella lista qui sotto puoi trovare un elenco di alimenti ricchi in glutammina:

  • Carne: Manzo, maiale, pesce e pollame
  • Latticini: Latte, formaggio e yogurt
  • Verdure: Melanzane, cavoli, spinaci e carote
  • Frutta: Papaya, fagioli e miso (semi di soia fermentati)
  • Altri: Tofu

Devi tenere a mente che durante la cottura di questi alimenti, la glutammina presente in essi si degrada e viene assorbita in maniera meno efficace. Se vuoi aumentare l’assunzione di questo amminoacido, dovresti mangiare questi cibi crudi, affumicati o stagionati. Una dieta sana contribuisce a circa 3-6 grammi/giorno di glutammina.

Considera che  alcuni di questi alimenti, in caso di permeabilità intestinale, potrebbero essere controproducenti (latticini, solanacee e soia). Quindi, se già sospetti una simile condizione, devi ricavare la glutammina da altri cibi o da un integratore.

glutammina-alimenti-xcyp1

La carne e i latticini sono buone fonti di glutammina, a condizione che siano consumati crudi, affumicati o stagionati.
(Fonta: Baibakova: 85027893/ 123rf.com)

A chi può tornare utile un’integrazione di glutammina?

L’integrazione di glutammina sarà utile agli atleti o alle persone che conducono uno stile di vita fisicamente e mentalmente impegnativo (sottoposto a stress da lavoro, stress accademico o per prendersi cura di persone non autosufficienti). Ciò è particolarmente vero per coloro che, inoltre, sono soggetti alle seguenti situazioni stressanti:

  • Malattie (infezioni e patologie croniche)
  • Problemi digestivi (diarrea, malassorbimento, gonfiore addominale)
  • Lesioni e ferite
  • Situazioni particolarmente stressanti (problemi legali, divorzio, separazione)
  • Diete estreme (digiuni prolungati, diete squilibrate)

Gli sportivi e le persone che conducono una vita attiva possono soffrire di carenza di glutammina in momenti specifici della loro vita.

foco

Un ulteriore apporto di questo amminoacido sotto forma di integratore alimentare ti aiuterà ad evitare affaticamento, sovrallenamento e spreco muscolare indesiderato.

Che tipi di integratori di glutammina esistono?

La glutammina è un amminoacido con un assorbimento molto basso. La maggior parte di questa molecola viene consumata dagli enterociti (cellule intestinali) e dai globuli bianchi presenti nel tratto intestinale. Pertanto, sarà molto importante scegliere un integratore che faciliti l’assorbimento di questo amminoacido. Possiamo distinguere tra:

  • Integratori di L-glutammina: La L-glutammina è la forma attiva dell’aminoacido glutammina (a differenza della D-glutammina, un composto inattivo che non viene utilizzato negli integratori). Questa molecola dovrebbe essere utilizzata sotto forma di polvere, capsule o compresse. Perde i suoi effetti se viene aggiunta ad altri alimenti (ad esempio nelle barrette proteiche).
  • Peptidi di glutammina: Questi integratori sono più difficili da assorbire rispetto alla L-glutammina, ma sono più stabili e possono essere inclusi nelle barrette e nelle bevande elaborate. Nella lista degli ingredienti di alcuni integratori, questi peptidi possono apparire con nomi come “L-alanil-L-glutammina” o “glicil-L-glutammina”.

Sebbene la L-glutammina sia la forma più biodisponibile (cioè assorbita più facilmente), può essere più conveniente usare barrette proteiche o bevande “pronte per essere assunte”. In tal caso, raccomandiamo di scegliere prodotti contenenti peptidi di glutammina tra i suoi ingredienti principali.

Raúl CarrascoCulturista professionista. Autore di “Hybrid Power”

“Consiglio di assumere la glutammina in forma libera [L-glutammina] durante l’allenamento e la glutammina non in forma libera [peptidi di glutammina] alla fine dell’allenamento, insieme a un frullato proteico.”

Come devo assumere il mio integratore di glutammina?

Gli integratori di glutammina vengono usati da anni, sia nel campo della salute che nel campo dell’integrazione sportiva. Se lasciamo da parte la glutammina utilizzata nella pratica medica (nutrizione delle persone con ustioni, cancro o HIV), troviamo fino a tre diversi modi di consumare la glutammina:

Routine di integrazione Dose Vantaggi Svantaggi
L-glutammina (glutammina in forma “libera”) 5 -10 g una o due ore prima dei pasti. Preferibilmente la mattina o prima dell’allenamento. Facile digestione. Può essere mescolata con bibite ricche di elettroliti (sodio e potassio) per aumentare l’assimilazione. Biodisponibilità bassa (30%). Se viene mescolata con liquidi caldi o acidi (succo) perde la sua efficacia. Gli alimenti riducono la sua assimilazione..
Peptidi di glutammina (glutammina in forma “non libera”) 10 g ripartiti lungo la giornata, con i pasti o dopo l’allenamento. Conveniente: Può essere assunta con il cibo. Può essere trasportata sotto forma di barrette o frullati. Biodisponibilità molto bassa (20%). È necessario prendere una dose maggiore per assicurarsi un’assimilazione efficace.
L-glutammina + peptidi di glutammina 5-10 g di L-glutammina e peptidi di glutammina in totale, tenendo in considerazione le caratteristiche di ogni prodotto. Dividere la dose in differenti assunzioni durante la giornata. La L-glutammina prima di allenarsi è più facile da digerire e assimilare. I peptidi di glutammina possono essere presi dopo l’allenamento e con il cibo. Si ottiene un’integrazione adattabile a qualsiasi momento della giornata. Può essere complicato calcolare la dose totale di glutammina ingerita. Meno economico a lungo termine (è necessario comprare due integratori).

La routine di integrazione che scegli dipenderà dalle tue preferenze personali, dalla tua disponibilità di tempo e dalla tua economia. Tutti questi metodi di assunzione hanno dimostrato di essere utili per migliorare le prestazioni atletiche e alleviare il disagio gastrointestinale. Pertanto, scegli il regime di integrazione più adatto per te.

Quali benefici offre un integratore di glutammina?

Molte persone credono che gli integratori di glutammina vengano usati esclusivamente per aumentare la massa muscolare. Questo non è completamente vero. In realtà, il guadagno muscolare associato all’assunzione di glutammina è indiretto: una quantità sufficiente di questo amminoacido assicura che il muscolo non venga distrutto per nutrire altre cellule.

glutammina-sport-xcyp1

Livelli sani di glutammina porteranno molti benefici alla salute.
(Fonte: Undrey: 48565581/ 123rf.com)

La verità è che il potenziale della glutammina sta nel suo consumo a lungo termine. Le persone che integrano la glutammina affermano di beneficiare di un miglioramento del loro stato fisico, intellettuale e mentale. Nell’elenco seguente ti mostriamo un riassunto dei veri benefici forniti dall’integrazione con questo amminoacido:

  • Riduzione dell’infiammazione: La glutammina consente alle cellule intestinali di creare una barriera efficace contro le tossine nel tratto digestivo. Di conseguenza, l’intensità delle allergie e dei processi infiammatori è ridotta.
  • Miglioramento del transito intestinale: Allo stesso modo, gli enterociti sani possono assorbire i nutrienti necessari e scartare i nutrienti non necessari. Di conseguenza, ci sarà un miglioramento del disagio intestinale, del gas e dei gonfiori.
  • Riparazione delle ulcere: Alcuni studi hanno trovato prove che collegano l’integrazione di glutammina con una più rapida guarigione delle ulcere gastriche.
  • Miglioramento dello stato d’animo: Sapevi che fino all’80% dei neurotrasmettitori sono prodotti nelle cellule intestinali? Il consumo di glutammina consente a queste cellule di avere abbastanza energia per produrre serotonina, un importante regolatore dell’umore.
  • Miglior rendimento fisico: A lungo termine, vi è un aumento delle riserve energetiche che ti permetterà di allenarti più a lungo. Inoltre, tenendo a bada la “sindrome da sovrallenamento”, sarà possibile allenarsi ad un’intensità sufficientemente elevata per aumentare la massa muscolare.
  • Rinforzo del sistema immunitario: Lo stress o l’esercizio fisico faticoso finiscono per indebolire il sistema immunitario, aumentando la possibilità di infezioni. Il consumo di glutammina si oppone a questa tendenza, rafforzando le cellule del sistema immunitario.
  • Perdita di peso: Questo integratore sembra diminuire il desiderio di consumare alcol e cibi zuccherini, il che contribuisce a una sana perdita di peso.

Quali effetti collaterali può causare il consumo di glutammina?

La glutammina è considerata sicura anche a dosi elevate. Nella pratica medica, vengono somministrate dosi fino a 30 g al giorno per via endovenosa senza significativi effetti collaterali. Se vengono ingerite alte dosi di questo composto, è stato osservato un aumento dei livelli di ammoniaca nel sangue. Questo non rappresenta un pericolo per una persona sana.

L’assunzione di glutammina può causare disagi intestinali, una sensazione di bruciore di stomaco e nausea. In tal caso, prova a dividere la dose dell’integratore in dosi più piccole (circa 5 g) in tutta la giornata fino a raggiungere la concentrazione desiderata. L’utilizzo di glutammina senza edulcoranti limiterà ulteriormente l’aspetto di questi effetti.

Dr. Josh AxeMedico naturopata. Nutrizionista

“[Tradotto dall’inglese] Sebbene la glutammina in eccesso non causi solitamente problemi, se la si prende per un lungo periodo di tempo è consigliabile aggiungere un integratore di vitamine B. Soprattutto la vitamina B12, che controlla l’accumulo di glutammina nel corpo.”

In casi molto rari sono state descritte alterazioni cardiache e vascolari correlate al consumo di glutammina. Alcune persone con diagnosi di patologie articolari hanno sofferto un peggioramento dei loro dolori articolari dopo aver consumato la glutammina. E ci sono stati casi di edema legati all’assunzione di questo amminoacido.

Che controindicazioni ci sono per gli integratori di glutammina?

Sebbene gli integratori di glutammina siano sicuri per la popolazione sana, le persone con condizioni di salute particolari dovrebbero prendere precauzioni quando vogliono assumere questo integratore alimentare. Consulta il tuo medico prima di acquistare un integratore di glutammina se soffri di una delle seguenti condizioni:

  • Diabete: La glutammina è fondamentale per la generazione del glucosio. In alcune persone con diabete può verificarsi un aumento del glucosio ematico (glicemia) dopo l’assunzione di questo integratore.
  • Cirrosi: Un fegato malato potrebbe non essere in grado di metabolizzare l’ammoniaca generata dopo la somministrazione di glutammina.
  • Disturbo bipolare: In alcuni casi, è stato visto che il consumo di glutammina può destabilizzare l’umore delle persone con questo disturbo psichiatrico.
  • Gravidanza e allattamento: Non ci sono dati sufficienti per affermare che la glutammina sia sicura per il feto o il bambino. Pertanto, si preferisce evitare questo integratore durante la gravidanza e l’allattamento.
  • Malattie renali: È stato osservato un peggioramento dell’insufficienza renale negli anziani a cui è stata somministrata la glutammina.

Infine, vorremmo commentare un argomento molto controverso sulla supplementazione di glutammina: è stato detto che questo integratore combatte il cancro. È vero che alcuni medici somministrano la glutammina per alleviare la malnutrizione che si manifesta durante i processi tumorali e il trattamento chemioterapico.

Tuttavia, altri esperti hanno trovato prove che mettono in relazione il consumo di questa sostanza nutritiva con un contributo aggiuntivo di nutrizione ed energia alle cellule tumorali, migliorando la loro crescita. Da questa guida, ti consigliamo di consultare un professionista della salute prima di prendere decisioni che possano influire drasticamente sulla tua salute.

Che prezzi hanno gli integratori di glutammina?

Sei fortunato! La glutammina è un composto facile da estrarre e produrre. Il suo prezzo è molto economico e dipende in gran parte dal prestigio del produttore. Come regola generale, non dovresti investire più di 20 euro in un integratore di questo amminoacido. Gli articoli vegani, tuttavia, costano tra i cinque e i dieci euro in più.

Tieni presente che alla glutammina di solito vengono aggiunte altre sostanze, come gli amminoacidi ramificati BCAA, gli elettroliti, i minerali e le vitamine. Ovviamente, queste combinazioni aumentano esponenzialmente il prezzo del prodotto. Se vuoi prenderti cura delle tue tasche, scegli degli integratori che contengono solo glutammina.

Massimo Spattini(Dottore in medicina specializzato in medicina dello sport)

“Molti sono gli studi che comprovano che la supplementazione di glutammina durante e dopo lo sforzo, rallenta il catabolismo muscolare e stimola la sintesi proteica..”

Cosa dicono gli studi scientifici a proposito dell’integrazione di glutammina?

Finora, abbiamo parlato dei benefici della glutammina come integratore per migliorare la salute e la qualità della vita. Ma ci sono prove scientifiche per corroborare questi dati positivi?
Da un lato, ci sono dati che confermano l’utilità della glutammina in gravi malattie (come le ustioni profonde o HIV).

Sfortunatamente, non ci sono dati oggettivi per confermare l’efficacia della glutammina come integratore alimentare. La glutammina è stata resa popolare come integratore sportivo grazie ai buoni risultati ottenuti dagli appassionati di fitness, anche se non ci sono prove certe a sostegno di questi dati.

A favore Contro
Efficacia comprovata nelle gravi malattie. Gli ultimi studi (2018) non trovano un aumento significativo del rendimiento sportivo o della massa muscolare.
Utile per perdere peso. Meno efficace per il dimagrimento rispetto ad altri integratori (per esempio la L-carnitina).
Integratore sicuro anche ad alte dose. Può aumentare i livelli di glucosio e di ammoniaca nel sangue.
Integratore economico e facile da trovare. Esistono integratori simili con un beneficio clinico comprovato (per esempio la creatina).
I consumatori riportano un miglioramento del proprio stato fisico a lungo termine. Questi benefici soggettivi non possono essere quantificati scientificamente.

La decisione finale di utilizzare un integratore di glutammina dipende da te. Gli sportivi usano questa sostanza da decenni con buoni risultati. Sebbene non siano stati trovati benefici nell’integrazione a persone sane, sembra migliorare la salute degli individui con una reale carenza di glutammina.

Criteri d’acquisto

Gli integratori utilizzati nell’alimentazione sportiva hanno etichette eclatanti poco oggettive, che rendono la scelta di un integratore una vera sfida. In questa sezione, parleremo delle caratteristiche veramente determinanti nella scelta della glutammina, che faciliterà il processo di scelta e acquisto:

  • Allergie e intolleranze
  • Interazioni farmacologiche
  • Alimentazione vegana o vegetariana
  • Combinazione con altri integratori
  • Rapporto qualità-prezzo
  • Metodo di somministrazione e dosaggio

Allergie e intolleranze

Gli integratori di glutammina sono spesso realizzati in fabbriche dove vengono elaborati prodotti contenenti frutta secca, lattosio e glutine. Se sei intollerante a uno dei precedenti, assicurati di scegliere un marchio che utilizzi la glutammina neutra, preferibilmente in forma di polvere con un’elevata purezza.

D’altra parte, se la tua intenzione è quella di integrare la glutammina per migliorare un problema gastrointestinale, come le ulcere peptiche, ti consigliamo di scegliere prodotti privi di edulcoranti. È stato dimostrato che questi composti influenzano negativamente la flora intestinale, danneggiando la salute gastrointestinale.

View this post on Instagram

La Glutammina è l’aminoacido più abbondante nel corpo umano ed aiuta la sintesi proteica. È prodotta dal nostro corpo, ma può essere assunta attraverso la normale dieta, specie tramite alimenti ricchi di proteine quali: Carne Pesce Prodotti caseari Uova Frutta a guscio Legumi Alcune verdure come le barbabietole ed il cavolo. I benefici: Riparazione del muscolo scheletrico Crescita e mantenimento della massa muscolare magra Miglioramento del sistema immunitario Aumento della soglia dell’attenzione Miglioramento spadella salute intestinale Libera il corpo dalle tossine che favoriscono l’insonnia. Esistono forme di integrazione estremamente valide per quanto riguarda questo aminoacido, in forma libera e in quella peptidica. Parliamo della differenza che c’è tra la L-glutammina e la glutammina peptidica. La prima svolge le sue prime funzioni immediatamente a livello intestinale e questo ne causa una riduzione di assorbimento nel plasma del 60-70% rispetto alla quantità assunta per bocca. Nella forma peptidica la glutammina perde questa sua funzione sul sistema immunitario, ma ne aumenta maggiormente la percentuale che si ritrova nel plasma dopo l’ingestione fino a 10 volte. Sta a Voi decidere cosa è meglio. Personalmente utilizzo le due forme alternandole, anche se effettivamente la prima risulterebbe essere più utile per atleti, soprattutto di endurance per aumentare le difese immunitarie sempre al minimo. Buon allenamento a tutti!!💪🏼💪🏼💥💥🏋🏻‍♀️🏋🏻‍♀️👍🏼#sergiotrainer #trainersergio #sergioprevitalitrainer #sergioprevitalipersonal #gym #alimentazionesana #alimentazione #alimentazionesportiva #integrazione #integrazionesportiva #integrazionealimentare #integrazionenaturale #dieta #diet #dietasana #fitness #wellness #wellnesss #wellnessblogger #glutammina #glutamminapeptide #palestra #palestratime #aminoacidi #integratore #integratorealimentare #integratorenaturale @dreamingusagym

A post shared by Sergio Previtali (@sergio.previtali) on

Interazioni farmacologiche

La glutammina è un integratore con poche interazioni farmacologiche. Tuttavia, questo prodotto influisce sulla funzione dei farmaci che riducono i livelli di ammoniaca (lattulosio), i trattamenti chemioterapici e i farmaci antiepilettici. Consulta il tuo medico se segui uno dei trattamenti di cui sopra.

Alimentazione vegana o vegetariana

Esistono marchi di integratori vegani che producono glutammina senza prodotti di origine animale. Sebbene la polvere sia l’opzione più sicura, molti prodotti sono confezionati in capsule vegetali, quindi puoi scegliere il formato più adatto a te. Ricordati di cercare il sigillo di qualità vegano nel tuo integratore!

View this post on Instagram

LEAKY GUT SYNDROME È il nemico per eccellenza della maggior parte degli atleti!! In condizioni "normali" il nostro sistema digerente è in grado di riconoscere e filtrare, nel sangue, le sostanze nutritive da quelle nocive. In condizioni di elevato stress, come nell'attività sportiva intensa, il sistema digerente perde questa sua capacità di filtraggio e non riesce a riconoscere le sostanze nutritive da quelle nocive. Da qui nascono i più comuni problemi gastrointestinali ( gonfiore, nausea, diarrea ecc) che coivolgono maggiormente l'atleta di endurance. Un atleta, che ha degli obiettivi specifici da affrontare durante la stagione, deve contrastare in tutti i modi queste problematiche. Ed è per questo motivo che assumono un importanza rilevante unna corretta idratazione, l'integrazione con i probiotici (batteri buoni che aiutano l'intestino) e integrazione di glutammina che riduce l'infiammazione intestinale migliorando cosi la permeabilità intestinale. #nutrizione #sport #endurancesport #metabolismo #integrazione #sistemadigerete #glutammina #microbiota #probiotici #nutrizionista #sportpassione #trhiatlon #duathlon #running #ciclismo #nuoto

A post shared by Gessica Mazzei (@dott.ssa_gessica) on

Combinazione con altri integratori

Sebbene la glutammina sia meglio assorbita separatamente, è sempre più raro trovare questo amminoacido isolato in un integratore. Al giorno d’oggi, è preferibile combinare questo articolo con altri integratori nutrizionali. Questi sono i composti aggiuntivi che possono essere trovati collegati alla glutammina più frequentemente:

  • BCAA: Gli amminoacidi a catena ramificata contribuiscono, insieme alla glutammina, alla manutenzione muscolare e alla riduzione soggettiva dell’affaticamento post allenamento.
  • Alfa-chetoglutarato: Questo composto sembra ridurre la degradazione della glutammina, aumentando l’efficacia del supplemento. Inoltre, contribuisce con la glutammina alla sintesi di antiossidanti.
  • Citrullina: In combinazione con la glutammina, questo nutriente stimola la produzione di ossido nitrico, un vasodilatatore che aumenta l’apporto di ossigeno al muscolo, contribuendo al recupero e alla crescita della fibra muscolare.
  • N-acetilglucosamina: Questo composto aumenta l’efficacia degli integratori di glutammina, tenendo a bada l’aumento di zucchero nel sangue secondario all’assunzione di questo integratore.

Rapporto qualità-prezzo

Generalmente i produttori raccomandano basse dosi di glutammina, evitando così la comparsa di disturbi intestinali secondari all’assunzione di questa sostanza.

Tuttavia, ricorda che gli effetti benefici della glutammina compaiono dopo l’uso di dosi relativamente elevate (10-15 g di glutammina).

Ti consigliamo di scegliere un prodotto contenente glutammina in alte concentrazioni. Le confezioni “risparmio” contengono grandi quantità di integratori a un prezzo moderato, assicurando un’integrazione efficace per mesi. Ricordati di non perdere di vista la data di scadenza del contenitore per ottenere il massimo dal tuo prodotto.

Metodo di somministrazione e dosaggio

Puoi acquistare la glutammina sotto forma di polvere o in compresse. Quest’ultime sono un’opzione pulita e conveniente. Tuttavia, se devi assumere un dosaggio elevato, puoi finire per ingerire dieci o più pillole al giorno. In tal caso, ti consigliamo di optare per la polvere di glutammina, molto più facile da dosare.

Conclusioni

La glutammina è uno degli amminoacidi più importanti per il nostro corpo. Modella i nostri muscoli e serve da combustibile per enterociti, neuroni e linfociti. Lo stress e la malattia possono influire sulle nostre riserve di glutammina e questo si tradurrà in una perdita di massa muscolare e in disagi addominali.

Questo amminoacido può aiutarti a rimanere forte nei momenti più difficili. Se sei una persona esigente, che si sforza di rispondere alle richieste di una vita stressante senza trascurare la tua salute, la glutammina sarà la scelta migliore. Ricorda, è molto più di un integratore per il bodybuilding!

Se ti è piaciuta la nostra guida sulla glutammina, lascia un commento e condividi questo articolo.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Ilze: 75554728/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
44 Voto(i), Media: 4,07 di 5
Loading...