Il mondo degli integratori e dei prodotti nutrizionali può risultare un po’ sconcertante, per un nuovo arrivato. Con tante vitamine, minerali, enzimi e composti chimici disponibili, la scelta di un prodotto diventa quasi impossibile. Ma se ti dicessimo che un’unica pillola potrebbe aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi in modo semplice, sicuro ed efficace?

I multivitaminici sono integratori che contengono una serie di nutrienti formulati per soddisfare il fabbisogno quotidiano di vitamine e minerali necessario per mantenere uno stato di salute ottimale. In questo articolo ti presenteremo i principali multivitaminici e ti spiegheremo come scegliere il prodotto più adatto a te. Continua a leggere!

Contenido

Le cose più importanti in breve

  • I multivitaminici sono integratori contenenti una serie di vitamine, minerali e altre sostanze che contribuiscono a mantenere l’organismo in buone condizioni di salute.
  • I multivitaminici non sono considerati farmaci e, quindi, il controllo esercitato su di loro è piuttosto blando e possono sembrare prodotti poco efficaci.
  • Un multivitaminico di buona qualità può aiutare a mantenere uno stato di salute ottimale e a ridurre la probabilità di comparsa di alcune malattie.

Classifica: i migliori integratori multivitaminici sul mercato

Al momento di scegliere un integratore multivitaminico, occorre tenere in considerazione una varietà di fattori, come la qualità degli ingredienti, l’efficacia della combinazione di nutrienti o il rapporto qualità/prezzo. Sulla base di queste caratteristiche, abbiamo creato un elenco con i cinque migliori multivitaminici attualmente disponibili sul mercato:

Posto nº1: Yamamoto multivitaminico con minerali (60 compresse)

Yamamoto mette a disposizione un integratore multivitaminico sotto forma di 60 compresse rivestite, ognuna delle quali in grado di soddisfare il fabbisogno quotidiano di vitamine A, C, D3, E e del gruppo B. Ha in aggiunta diversi minerali ed elementi nutritivi utili all’organismo fra cui zinco, magnesio, selenio e fosforo, per un totale di 26 diversi supplementi.

Gli acquirenti confermano la validità dell’integratore, lodandone la varietà di vitamine e minerali contenuti. Ottima è anche la loro concentrazione per compressa. Odore e sapore sembrano non essere particolarmente intensi, ed il rivestimento ne facilita l’assunzione, nonostante le dimensioni delle singole compresse.

Posto nº2: Nu U Nutrition multivitaminico con minerali (365 compresse)

L’azienda inglese Nu U Nutrition propone un integratore multivitaminico e multiminerale in confezione da 365 compresse. Ogni compressa garantisce il fabbisogno giornaliero consigliato di vitamine A, D, E, C e del gruppo B (tiamina, riboflavina, niacina, biotina, acido pantotenico, acido folico B6 e B12), nonché dei minerali cromo, zinco, manganese e molibdeno.

L’apporto vitaminico e minerale di ogni compressa (considerando anche l’aggiunta—fra gli altri—di calcio, iodio, fosforo e luteina) è ottimo, e chi ha usato il prodotto sostiene di averne giovato in maniera tangibile. Casi isolati segnalano dolori addominali dovuti sicuramente all’intolleranza di qualche ingrediente. Trattandosi di fornitura annua, il prezzo è eccellente.

Posto nº3: Nutri & Co multivitaminico con minerali (90 capsule)

Il multivitaminico di Nutri & Co in 90 compresse contiene un mix di vitamine e minerali, con cofattori di origine vegetale (bioflavonoidi e carotenoidi) ed è privo di sostanze pro-ossidanti quali rame o ferro. È un prodotto senza glutine né lattosio, certificato come vegano. La dose giornaliera suggerita è di 3-4 capsule al massimo.

Gli utenti prendono da 1 a 4 capsule al giorno, in base al proprio peso, all’età, alle necessità, e naturalmente ai consigli del medico; nella grande maggior parte dei casi vengono confermati gli effetti positivi del prodotto. L’assenza voluta di sostanze quali ferro, rame e manganese viene vista di buon occhio da chi cerca un integratore antiossidante.

Puesto nº4: Vegavero multivitaminico con minerali (120 capsule)

L’integratore in 120 capsule proposto da Vegavero contiene 12 vitamine e 5 minerali essenziali per l’organismo ed il suo metabolismo, senza additivi artificiali  e privo di lattosio, amido e glutine, 100% vegano. È consigliata l’assunzione di due capsule al giorno per garantire il giusto apporto vitaminico e minerale.

Mediamente gli acquirenti si ritengono soddisfatti dell’acquisto, confermandone in molti casi gli effetti positivi. È considerato un prodotto con supplementi equilibrati e indispensabili per l’organismo. Nonostante sia un integratore naturale e con ingredienti minimi, si sono verificati casi isolati di intolleranza al prodotto.

Puesto nº5: Matt Divisione Pharma multivitaminico (60 compresse)

L’azienda italiana Matt Divisione Pharma propone un integratore multivitaminico e multiminerale in compresse, 60 per flacone. La sua formula contiene numerose sostanze utili all’organismo, fra cui: vitamine C, B6, B9 e B12 per ridurre l’affaticamento; vitamina B1, calcio, magnesio e fosforo per favorire il metabolismo energetico; iodio e zinco per una pelle più sana.

Gli acquirenti sostengono di aver tratto un sensibile giovamento dall’integratore, tanto da usruirne anche per diversi anni. Il prezzo è considerato il più delle volte buono, ed una compressa al giorno viene ritenuta sufficiente. Viene però evidenziata la mancanza di potassio e vitamina B5, spesso presenti in altri prodotti simili.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sugli integratori multivitaminici

I multivitaminici sono integratori che contengono una varietà di vitamine e, a volte, altre sostanze come minerali o amminoacidi essenziali. Questi prodotti sono molto popolari perché permettono di risolvere diverse carenze nutrizionali in una volta, semplificando al massimo l’integrazione di queste sostanze senza rinunciare alla qualità.

multivitaminico-prima-xcyp1

Un multivitaminico è un integratore che apporta tre o più vitamine e minerali, contribuendo al mantenimento di una buona salute. (Fonte: Belchonock: 97820542/ 123rf.com)

Che cos’è esattamente un multivitaminico?

Un multivitaminico è un integratore che apporta tre o più vitamine e minerali, contribuendo al mantenimento di una buona salute. La combinazione di questi nutrienti varierà da integratore a integratore e, prima di effettuare il nostro acquisto, sarà necessario definire con precisione quale beneficio vogliamo ottenere.

Questi prodotti sono particolarmente utili per affrontare le situazioni di carenze causate da un’alimentazione insufficiente, uno stile di vita stressante o qualsiasi altra esigenza vitale che produca uno squilibrio nutrizionale nell’organismo. Esistono anche multivitaminici destinati a situazioni più specifiche, come la gravidanza e l’allattamento.

multivitaminico-complesso-xcyp1

Alcuni multivitaminici, oltre a vitamine e minerali, possono contenere altre sostanze aggiuntive, come alcuni tipi di piante. (Fonte: Golubovy: 112699923/ 123rf.com)

In Italia, i multivitaminici non sono considerati farmaci, ma prodotti alimentari. Di conseguenza, questi integratori non sono soggetti alla stessa regolamentazione dei farmaci, ma ad una normativa molto più permissiva. Purtroppo, questo fa sì che alcuni multivitaminici in vendita non mantengano quanto promesso, con un’efficacia minima o nulla.

Quali vitamine si trovano negli integratori vitaminici?

Una vitamina è una sostanza essenziale per il benessere del corpo umano. Questi composti microscopici regolano il funzionamento cellulare e sono fondamentali per la sopravvivenza. Tuttavia, queste molecole non possono essere sintetizzate dall’organismo e si possono ottenere solo attraverso l’alimentazione.

Non tutti gli integratori multivitaminici sono uguali. Esistono infinite combinazioni di nutrienti essenziali che si combinano per creare una grande varietà di prodotti. La nostra età, il sesso, le condizioni di salute e il grado di attività determineranno alcune necessità nutrizionali specifiche che verranno integrate con il multivitaminico più adeguato.

In ogni caso, esiste una serie di vitamine che vengono utilizzate quasi costantemente in questo tipo di prodotti. Nella seguente tabella puoi trovare un’utile sintesi relativa alle molecole essenziali che rientrano nella composizione della maggior parte dei multivitaminici, insieme ad un piccolo riassunto delle loro funzioni principali.

Vitamina Funzione
A Mantenimento della vista, antiossidante cellulare, mantenimento del sistema immunitario e mantenimento dell’integrità cutanea
B1 Metabolismo dei carboidrati e mantenimento della salute del sistema nervoso
B2 (riboflavina) Trasformazione di nutrienti in energia, mantenimento della vista, mantenimento dell’integrità cutanea ed eliminazione di sostanze tossiche (funzione “detox”)
B3 Metabolismo energetico, riparazione del DNA, eliminazione delle sostanze tossiche e produzione di ormoni
B5 (acido pantotenico) Metabolismo di proteine, grassi e carboidrati e mantenimento dell’integrità cutanea e capillare (ricerche in corso al riguardo)
B6 Riparazione del DNA, crescita e conservazione cellulare e mantenimento del sistema immunitario
B7 (biotina) Metabolismo di proteine, grassi e carboidrati, produzione di energia, crescita cellulare e controllo dei livelli di zuccheri nel sangue
B9 (acido folico) Riparazione del DNA, crescita e conservazione cellulare e mantenimento della salute del sistema nervoso
B12 Riparazione del DNA, crescita e conservazione cellulare, mantenimento della salute del sistema nervoso e sintesi dei globuli rossi
C Funzione antiossidante, aumento dell’assorbimento di nutrienti, formazione di collagene e mantenimento del sistema immunitario
D Assorbimento di calcio, riparazione e creazione delle ossa, mantenimento del sistema immunitario e conservazione della salute cardiovascolare
E Potente antiossidante cellulare, mantenimento del sistema nervoso
K Funzione antiemorragica (coagulazione), riparazione e creazione delle ossa, mantenimento del sistema immunitario e conservazione della salute cardiovascolare

Anche se la maggior parte dei multivitaminici contiene qualche combinazione delle vitamine qui descritte, converrà scegliere un prodotto che ci offra una maggior quantità di quei nutrienti che la nostra dieta non è in grado di apportarci. Per esempio, i vegani e i vegetariani trarranno beneficio da un integratore che apporti una quantità sufficiente di vitamina B12.

Quali conseguenze può comportare una carenza di vitamine?

Se non si soddisfano le esigenze nutrizionali raccomandate, nel nostro organismo si verificheranno squilibri che pregiudicheranno la nostra salute nel breve e lungo termine. I sintomi più comuni saranno aspecifici, come spossatezza, malessere generale e una maggiore propensione ad ammalarsi. La carenza di determinate vitamine provocherà manifestazioni più specifiche:

  • La carenza di vitamina A causerà difficoltà nella visione notturna. Se questo deficit si prolunga nel tempo, ne risentiranno anche il sistema immunitario e la capacità di rigenerazione cellulare.
  • Il deficit delle vitamine B1, B2, B2, B5 e B6 influenzerà negativamente la produzione di energia, ostacolando l’assorbimento e l’impiego dei nutrienti e, in ultima istanza, la produzione di energia.
  • Il deficit di acido folico (B9) può provocare anemia, afte e la comparsa prematura dei capelli grigi. Nelle donne incinte, aumenterà la frequenza di malformazioni fetali.
  • La carenza di vitamina B12 è particolarmente problematica per vegani e vegetariani. Può provocare anemia, sintomi neurologici (come intorpidimento degli arti, perdita di memoria e cambiamenti d’umore) e digestivi (soprattutto perdita dell’appetito e stipsi).
  • Il deficit di vitamina C provocherà spossatezza e ostacolerà le funzioni del sistema immunitario. Una carenza seria potrebbe comportare l’insorgenza dello scorbuto, una malattia oggi rarissima che si manifesta con abbondanti emorragie, afte gengivali e disturbi psichiatrici.
  • Una carenza di vitamina D influenzerà l’assorbimento del calcio e la sua integrazione nelle ossa, innalzando il rischio di subire fratture e soffrire di osteoporosi. Questo deficit pregiudicherà anche la salute cardiovascolare, provocando ipertensione e altri disturbi cardiaci.
  • Il deficit di vitamina E può provocare invecchiamento precoce. Inoltre, una carenza seria danneggerà il sistema nervoso e influenzerà la capacità cognitiva, pregiudicando la memoria e l’apprendimento.
  • Una diminuzione dei livelli di vitamina K influenzerà le capacità di coagulazione e cicatrizzazione dell’organismo, arrivando a provocare emorragie abbondanti e impedendo alle ferite di guarire.
multivitaminico-xcyp1

La vitamina C svolge una funzione antiossidante, aumenta l’assorbimento dei nutrienti, contribuisce alla formazione di collagene. (Fonte: Freestocks org: 626892/ unsplash.com)

Conoscere i principali sintomi associati ad una ipovitaminosi (deficit di una o più vitamine) ci aiuterà a rilevare e curare qualsiasi squilibrio prima che il nostro stato di salute ne sia pregiudicato. Ricorda che lo stress e le abitudini di vita poco salutari (droghe, cattiva alimentazione e sedentarietà) aggraveranno questi sintomi.

Quali altre sostanze si trovano negli integratori multivitaminici?

Oltre alle vitamine, i multivitaminici possono contenere altri nutrienti necessari per il buon funzionamento del nostro organismo. Molti integratori contengono uno o più minerali (sostanze inorganiche necessarie per il mantenimento delle funzioni corporee e che dovrebbero essere ottenute tramite la dieta). I più utilizzati sono:

  • Calcio: Anche se questo minerale è più conosciuto per essere presente nei denti e nelle ossa, è anche fondamentale per altri processi vitali come la coagulazione del sangue e la contrazione muscolare. Una sua carenza provocherà debolezza generalizzata e influenzerà la salute delle ossa, aumentando le probabilità di subire fratture e soffrire di rachitismo e osteoporosi.
  • Ferro: Questo elemento è necessario per il trasferimento di gas (soprattutto l’ossigeno) nel sangue e nei muscoli. Una sua carenza, responsabile dell’anemia sideropenica, colpisce in particolare le donne in età fertile.
  • Fosforo: Anche il fosforo prende parte alla formazione di ossa e denti. Inoltre, questo minerale interviene nella sintesi di energia e nel metabolismo dei carboidrati, dei grassi e delle proteine. Un suo deficit influenzerà la salute delle ossa e comporterà debolezza generalizzata.
  • Magnesio: Questo minerale risulta essenziale per la formazione di nuovo tessuto muscolare. Inoltre, regola i livelli degli altri minerali. Se i suoi livelli sono troppo bassi, compariranno affaticamento, debolezza e alterazioni dell’umore.
  • Manganese: Questo minerale, spesso confuso con il magnesio, è essenziale per la sintesi ormonale e per l’assorbimento e l’attivazione di altre sostanze antiossidanti, come la vitamina C. Un suo deficit comporterà alterazioni a tutti i livelli dell’organismo (perdita dei capelli, caduta delle unghie, debolezza ossea e alterazioni della crescita).
  • Selenio: Questo elemento è considerato un minerale antiossidante che previene l’invecchiamento precoce. Negli uomini può favorire la fertilità, aumentando la produzione di sperma.
  • Rame: Questo minerale regola il corretto assorbimento del ferro, quindi una sua diminuzione potrebbe anche essere responsabile indiretta della comparsa di anemia. Inoltre, è un elemento essenziale per la produzione di energia, tenendo sotto controllo la stanchezza.

Alcuni multivitaminici, oltre a vitamine e minerali, possono contenere altre sostanze aggiuntive. Si utilizzano molto gli estratti vegetali, come il ginseng (che apporta energia e vitalità e rafforza le difese), e sostanze chimiche come il coenzima Q10 (una sostanza naturalmente presente nel corpo umano, responsabile del 95% della produzione di energia).

Questo tipo di prodotti può anche includere acidi grassi salutari (come i ben noti acidi omega-3, che mantengono in salute il cervello e il cuore) e sostanze come la fosfatidilserina, un fosfolipide che fa parte delle membrane cellulari e che ha dimostrato di essere un efficace protettore delle funzioni mentali e intellettive.

foco

Sapevi che il potassio è un minerale strettamente collegato al mantenimento della salute cardiovascolare? Il suo equilibrio è incredibilmente delicato, ragion per cui la maggior parte degli integratori preferisce non includerlo nella propria formulazione e lasciarlo gestire ai cardiologi.

Quali individui presentano un alto rischio di soffrire di un deficit di vitamine e minerali?

Le persone ad elevato rischio di soffrire di qualche tipo di carenza alimentare (soprattutto di vitamine o minerali) sono quelle che, per qualche ragione, presentano un aumento del fabbisogno di nutrienti o una diminuzione eccessiva del loro assorbimento. Di conseguenza, possiamo classificare questi individui in due gruppi:

Individui con un aumento del fabbisogno nutrizionale

  • Processi di crescita: I bambini e gli adolescenti presentano un fabbisogno nutrizionale maggiore per poter realizzare i processi di crescita e maturazione ormonale, ossea e cerebrale. Se la loro alimentazione in questi periodi non è adeguata, possono manifestarsi gravi carenze che richiederanno controllo medico.
  • Gravidanza e allattamento: Lo sviluppo del feto e l’alimentazione del neonato comportano un sovraccarico per il corpo della madre, che avrà bisogno di un maggiore apporto nutrizionale per poter portare a compimento entrambi i processi. In queste situazioni, solitamente i medici e le ostetriche consigliano l’utilizzo di un integratore vitaminico.
  • Guarigione di ferite e convalescenza: Le lesioni sportive, le fratture accidentali, le ustioni e qualsiasi altro tipo di evento traumatico provocheranno una distruzione di tessuti che dovranno ricostruirsi sfruttando i nutrienti presenti nell’organismo. Ovviamente, questo aumenta il fabbisogno di minerali e vitamine.
  • Programmi di allenamento impegnativi: L’esercizio vigoroso stimola la crescita e la riparazione muscolare. Se si desidera un aumento di massa muscolare sulla base dello sforzo fisico effettuato durante gli allenamenti, sarà essenziale apportare una quantità sufficiente di nutrienti per sostenere i processi anabolici (di crescita).
  • Stile di vita pesante: Lo stress provoca la liberazione nel flusso sanguigno di decine di ormoni e sostanze chimiche necessari per affrontare le diverse richieste della vita quotidiana. Per creare queste sostanze chimiche si consumeranno molti minerali e vitamine, cosa che aumenta il rischio di soffrire di qualche tipo di carenza.
multivitaminico-carenza-xcyp1

Lo stress provoca la liberazione nel flusso sanguigno di decine di ormoni necessari per affrontare le esigenze quotidiane. (Fonte: Aleksandr Davydov: 77768189/ 123rf.com)

Individui con un deficit di apporto nutritivo

  • Anziani: L’organismo delle persone anziane è meno efficiente, quando si tratta di assorbire i nutrienti della dieta. Inoltre, l’appetito può diminuire a causa della riduzione dei sensi di olfatto e gusto. A ciò si somma una maggiore frequenza di fratture e malattie, con la conseguenza che questa categoria di individui presenta un rischio più elevato di presentare carenze.
  • Diete dimagranti: Le diete che mirano ad una diminuzione della massa corporea possono arrivare ad essere molto restrittive. Un’alimentazione poco variata o insufficiente non apporterà la giusta quantità di nutrienti, aumentando il rischio di soffrire di deficit di vitamine e minerali.
  • Vegani e vegetariani: Una dieta basata sulle verdure non deve necessariamente essere poco equilibrata. Tuttavia, esistono alcuni nutrienti essenziali (come la vitamina B12) che sono presenti esclusivamente negli alimenti di origine animale. Per questa ragione, i vegani e i vegetariani presentano un rischio più elevato di soffrire di alcune carenze vitaminiche.
  • Difetti dell’assorbimento: Gli individui con ridotta funzione intestinale (come nel caso della malattia di Crohn o della colite ulcerosa o a seguito di chirurgia bariatrica) avranno difficoltà ad assorbire correttamente i nutrienti della dieta. Queste persone presenteranno un alto rischio di soffrire di qualche tipo di squilibrio nutrizionale.
multivitaminico-bambini-xcyp1

Oltre alle vitamine, i multivitaminici possono contenere altri nutrienti necessari per il buon funzionamento del nostro organismo. (Fonte: Citalliance: 102757330/ 123rf.com)

Queste carenze saranno ancora più gravi se una persona rientra in più di uno di questi gruppi. Per esempio, una donna incinta vegana dovrà vigilare molto attentamente sulla sua situazione nutritiva (possibilmente sotto la supervisione di un medico) perché il rischio di soffrire di qualche deficit di vitamine o minerali sarà particolarmente alto.

Come posso ottenere livelli salutari di vitamine e minerali attraverso la dieta?

Una dieta onnivora equilibrata e salutare dovrebbe essere in grado di apportare tutti i nutrienti (proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali) necessari per mantenere un equilibrio corporeo adeguato. Nella seguente tabella potrai consultare le principali fonti alimentari e la dose giornaliera consigliata (RDA nella sua sigla inglese) delle vitamine e dei minerali più importanti:

Nutriente Alimenti RDA
Vitamina A Frattaglie, formaggi grassi, patate, carote, spinaci, papaya, mango 700 – 900 microgrammi
Vitamine gruppo B(eccetto B9 e B12) Verdure a foglia verde, frattaglie, uova, latticini, legumi, cereali integrali B1: 0,8 – 1 milligrammo
B2: 1-1,3 milligrammi
B3: 13 – 16 milligrammi
B5: 5 – 7 milligrammi
B6: 1,2 – 1,4 milligrammi B7: 30 microgrammi
Vitamina B9 (acido folico) Verdure a foglia verde, agrumi, legumi, cereali integrali 0,4 – 0,8 milligrammi
Vitamina B12 Frattaglie, vongole, sardine, tonno, carne di vitello, cereali fortificati 2,4 microgrammi
Vitamina C Prugne kakadu, agrumi, pomodori, peperoncino, peperoni, prezzemolo 90 milligrammi
Vitamina D Salmone, sardine, sgombri, tonno, ostriche, gamberetti, tuorlo d’uovo, latticini fortificati 600 Unità Internazionali
Vitamina E Frutta secca, semi di girasole, avocado, salmone, mango, kiwi, pesce 15 milligrammi
Vitamina K Kale, bietola, spinaci crudi, cavoletti di Bruxelles, pollo, vitello, maiale, latticini 120 microgrammi
Calcio Latticini, semi di chia, pesce in scatola, legumi 1 – 1,2 grammi
Rame Frattaglie, ostriche, spirulina, funghi, frutta secca, aragosta, verdure a foglia verde 0,9 milligrammi
Fosforo Carne, frattaglie, frutti di mare, latticini, semi di girasole, frutta secca, legumi, cereali integrali 0,7 – 1 grammo
Ferro Frutti di mare, spinaci, frattaglie, legumi, carne rossa, quinoa, semi di zucca 18 milligrammi
Magnesio Cacao, avocado, noci, legumi, tofu, cereali integrali 400 milligrammi
Manganese Verdure a foglia verde, frutta, cereali integrali, frutta secca, latticini 0,3 – 5 milligrammi
Selenio Frutta secca, pesce, prosciutto, pollo, tacchino, formaggio fresco, uova, avena, latticini, banane 55 – 60 microgrammi

Oltre ad una dieta salutare, alcuni nutrienti, per essere assorbiti o processati correttamente, richiedono di mantenere alcune particolari abitudini di vita. È il caso, per esempio, della vitamina D, che può essere sintetizzata molto meglio attraverso l’esposizione alla luce del sole che non attraverso gli alimenti.

Purtroppo, le malattie, alcune condizioni fisiologiche (come la gravidanza) e alcuni stili di alimentazione (come le diete vegane, vegetariane, paleo o chetogeniche) renderanno più difficile l’approvvigionamento di tutti i nutrienti necessari attraverso la dieta. In questo caso, un integratore multivitaminico può essere d’aiuto per raggiungere questi obiettivi nutrizionali.

Quali benefici mi offre un integratore multivitaminico?

Alcuni esperti in nutrizione considerano i multivitaminici “garanzie di salute” che prevengono la comparsa di carenze e squilibri nell’organismo. Di conseguenza, si riuscirà a mantenere un’ottima salute nel corso degli anni, evitando l’invecchiamento precoce e favorendo una corretta guarigione da lesioni e malattie.

Rachel BondMedico e direttore associato di Women’s Heart Health

“Anche se non esiste chiara evidenza dei benefici di assumere un multivitaminico, soprattutto nelle persone che seguono una dieta equilibrata (…), io assumo un multivitaminico tutti i giorni. Perché? Perché in questo momento esistono molti potenziali benefici e nessun rischio noto”.

Anche se questi prodotti non presentano lo stesso grado di efficacia dei farmaci tradizionali e si sconsiglia di sostituire i medicinali abituali con uno di questi integratori, il loro consumo può favorire la salute di alcune persone. Nella lista seguente abbiamo riassunto i principali benefici che gli studi associano all’uso di multivitaminici:

  • Controllo dell’appetito e perdita di peso: Uno studio ha rivelato che le persone che seguivano diete dimagranti combinate con integratori multivitaminici si sentivano meno affamate e perdevano più peso di quelle che seguivano una dieta senza assumere alcun integratore.
  • Protezione della memoria: Alcuni esperti di invecchiamento assicurano che l’assunzione di un integratore ricco di sostanze antiossidanti potrebbe aiutare a mantenere una buona memoria nel corso degli anni.
  • Protezione cellulare: Alcuni studi affermano che le cellule delle persone che assumono integratori si mantengono in condizioni migliori, con un DNA meno ossidato e danneggiato rispetto a quello degli individui che non ne assumono.
  • Minor frequenza di malattie cardiovascolari: È stato scoperto che le persone che assumono multivitaminici riducono le probabilità di morte per problemi cardiovascolari, anche se non si conosce con esattezza il motivo di tale beneficio.
  • Figli più sani : Gli studi indicano che le donne che assumono multivitaminici prima e durante la gravidanza danno alla luce figli più sani. In Italia, spesso i medici consigliano alle gestanti di assumere vitamine prenatali.
  • Occhi più sani : Diversi studi hanno dimostrato che l’utilizzo di multivitaminici può ridurre il rischio di soffrire di degenerazione maculare associata all’età, un disturbo che danneggia progressivamente la vista degli anziani e può portare a cecità.
multivitaminico-prodotto-xcyp1

Alcuni esperti considerano i multivitaminici “garanzie di salute” che prevengono la comparsa di carenze nell’organismo. (Fonte: Supitcha McAdam: 76664418/ 123rf.com)

I sondaggi effettuati tra i consumatori rivelano inoltre che l’uso di multivitaminici è legato ad un sentimento generalizzato di benessere e ad un aumento dei livelli di energia. Le persone intervistate hanno utilizzato con successo gli integratori per far fronte allo stress e all’ansia della vita quotidiana.

Quali tipi di integratori multivitaminici esistono?

Esistono più multivitaminici di quanti tu ne possa immaginare. Le possibili combinazioni di questi integratori sono quasi infinite, con migliaia di prodotti in grado di soddisfare anche le necessità più particolari. Alcune persone ricorrono anche a preparati pensati specificatamente per loro da un nutrizionista.

Nella seguente tabella abbiamo preparato una guida che ti permetterà di muovere i primi passi nel mondo dei multivitaminici. Utilizza queste informazioni al momento di cercare un integratore che si adatti alle tue necessità a seconda della categoria di persone a cui appartieni. E ricorda che puoi evitare alcuni nutrienti o aggiungerne altri, a seconda delle tue personali esigenze.

Categoria di persone Effetto desiderato Multivitaminico (combinazione)
Vegani e vegetariani Evitare la carenza di vitamine B12 e D e prevenire il deficit di calcio, zinco, ferro e omega-3 Vitamina B12 + Vitamina D + omega-3 + ferro + zinco
Donne in età fertile Prevenire la comparsa di anemia per perdite mestruali, aumento dell’energia, aumento della sensazione di benessere Acido folico + vitamina C + vitamina E + ferro
Donne anziane (in postmenopausa) Evitare l’invecchiamento precoce, affrontare la stanchezza e preservare la memoria, la vista e la capacità muscolare Omega-3 + vitamine del gruppo B + vitamina D + vitamina K + vitamina E
Uomini giovani Aumento dell’energia, aumento della sensazione di benessere, evitare l’invecchiamento precoce, aumento della fertilità e della potenza sessuale Vitamine del gruppo B + vitamina C + zinco + selenio
Uomini anziani Evitare l’invecchiamento precoce, affrontare la stanchezza e l’affaticamento e preservare la memoria, la vista e la capacità muscolare Omega-3 + vitamine del gruppo B + vitamina D + vitamina K + vitamina E + selenio
Studenti (universitari e candidati a concorsi pubblici) Ridurre la sensazione di stanchezza, affrontare lo stress, preservare la memoria e le abilità cognitive Vitamine del gruppo B + vitamina D + vitamina C + zinco + magnesio + fosfatidilserina
Persone sottoposte a stress Ridurre la sensazione di stanchezza, minimizzare lo stress e l’ansia e favorire abitudini di sonno salutari Vitamine del gruppo B + vitamina C + vitamina D + magnesio
Sportivi Aumentare i livelli di energia, prevenire le lesioni, favorire la crescita di massa muscolare e la resistenza ed evitare le conseguenze dello stress ossidativo Vitamine del gruppo B + vitamina E + vitamina C + magnesio
Persone che cercano di perdere peso Controllare l’appetito, ottenere una perdita di peso salutare ed evitare “l’effetto rebound” Vitamine del gruppo B + vitamina D + vitamina C + omega-3 + ferro + magnesio

Questa tabella è solo un piccolo riassunto dei diversi tipi di multivitaminici che puoi trovare sul mercato. Esistono anche integratori pensati per le donne incinte e che allattano, così come per bambini e adolescenti. In questi casi, sarà necessario discutere tutti i dettagli con uno specialista.

Come devo assumere il mio integratore multivitaminico?

Anche se i multivitaminici sono integratori piuttosto popolari, molte persone non sanno come utilizzarli per sfruttarli al meglio, limitandosi ad assumere “una pastiglia a qualsiasi ora”. Se vuoi assumere il tuo multivitaminico in maniera efficace e farne un uso intelligente, leggi attentamente le informazioni raccolte nei seguenti paragrafi:

  • A che ora assumere il multivitaminico: Alcuni nutrienti hanno un effetto energizzante e vanno assunti nelle prime ore del mattino. Queste sostanze sono la vitamina C, le vitamine del gruppo B (tranne la B3) e la vitamina D. Invece, la vitamina B3 e il magnesio hanno effetti rilassanti e andrebbero assunti la sera.
  • Come assumere il multivitaminico: Le vitamine idrosolubili (gruppo B e C) vanno sciolte in acqua e possono essere assorbite in maniera efficace con o senza alimenti. Invece, le vitamine liposolubili (A, E e K), per essere assorbite, richiedono grassi e vanno quindi assunte insieme agli alimenti.
  • Dose di multivitaminico più adeguata: Gli esperti consigliano di scegliere un integratore che offra il 100% della dose giornaliera raccomandata dei nutrienti scelti. I prodotti con minore RDA potrebbero essere poco efficaci, mentre quelli che superano tale parametro potrebbero provocare pericolosi sovradosaggi di vitamine e minerali.

Puoi anche tenere in considerazione consigli più specifici, a seconda delle tue abitudini personali. Se desideri aumentare l’assunzione di ferro, per esempio, assumi il tuo integratore insieme a succo d’arancia. E ricorda che il caffè riduce l’assorbimento della maggior parte dei nutrienti: bevilo a una o due ore di distanza dal multivitaminico.

Quali precauzioni devo prendere durante l’uso di un integratore multivitaminico?

È sicuramente sconfortante acquistare un nuovo multivitaminico soltanto per scoprire, dopo qualche mese di assunzione, che non abbiamo ottenuto i risultati desiderati. Sapevi che la maggior parte di questi fallimenti è dovuta ad errori di facile soluzione? Le righe seguenti ti aiuteranno ad evitare i principali problemi associati all’uso scorretto di questi prodotti:

Scegli una formula adeguata

  • Evita la combinazione di calcio e ferro: Questi due minerali interagiscono tra loro, complicando l’assorbimento di entrambi. Scegli prodotti che non combinino queste molecole. Se assumi un integratore di ferro, non ingerirlo insieme a latticini o alimenti ricchi di calcio.
  • Scegli le forme attive dei nutrienti: Se possibile, cerca integratori la cui etichetta indichi che contengono “forme attive” delle vitamine. In tal modo, il tuo multivitaminico sarà immediatamente efficace una volta assorbito e il tuo organismo non avrà bisogno di metabolizzarlo attraverso processi chimici che potrebbero rovinare i nutrienti ingeriti.
  • Ricorda che la vitamina E è un insieme di sostanze: Questa potente vitamina antiossidante è formata da un gruppo di molecole chiamate tocoferoli. Il tuo integratore dovrebbe includere tutti i tipi di tocoferoli (alfa, beta, delta e gamma) per offrirti i benefici dell’effetto protettivo di questa sostanza.

Non superare le dosi indicate

  • I pericoli del calcio: L’eccessiva assunzione di un multivitaminico ricco di calcio può provocare stipsi, alterare il ritmo cardiaco, aumentare le probabilità di soffrire di calcoli renali e, nel lungo periodo, il calcio può accumularsi nelle pareti arteriose, innalzando il rischio di soffrire di problemi cardiovascolari.
  • Non sempre hai bisogno di ferro: Anche se il ferro è molto diffuso nei multivitaminici, è una sostanza con una notevole capacità ossidante che non va assunta in eccesso. Il suo abuso può accelerare l’invecchiamento e pregiudicare la salute di tutto l’organismo. Assumi questo minerale soltanto se ne hai bisogno (per esempio, se sei una donna con mestruazioni abbondanti).
  • La giusta quantità di acido folico: L’eccesso di acido folico può far sì che altre carenze nutrizionali (come quella di vitamina B12) passino inosservate per molto tempo, diventando croniche e influenzando la salute in modo irreversibile.
  • La vitamina D in discussione: La vitamina D aumenta l’assorbimento del calcio, quindi alcuni esperti ritengono che un suo consumo eccessivo potrebbe favorire la calcificazione dei vasi sanguigni, deteriorando lo stato delle principali arterie. Non superare la RDA di questa vitamina e, se possibile, combinala con la vitamina K, che contrasta il deposito di calcio nelle arterie.
  • Donne incinte, attenzione: Le gestanti (o le donne che stanno cercando di rimanere incinte) devono consultare il medico prima di iniziare ad usare qualsiasi integratore. La vitamina A presente in molti di questi multivitaminici potrebbe provocare malformazioni fetali, quindi queste donne devono assumere vitamine prenatali specifiche per la loro condizione.

È consigliabile scegliere integratori prodotti e confezionati nell’Unione Europea. Anche se non vengono controllati in maniera rigida quanto i farmaci, l’Eurozona esige da tutti gli integratori alimentari un minimo di qualità e sicurezza, prima di poter essere commercializzati.

Quali interazioni farmacologiche può comportare il mio integratore multivitaminico?

Ricorda che i multivitaminici contengono sostanze che potrebbero interferire con i tuoi medicinali abituali. Nella seguente tabella troverai le interazioni più note tra vitamine, minerali e farmaci. Se stai assumendo qualche medicinale, devi consultare il medico prima di iniziare ad assumere un integratore.

Nutriente Farmaci con cui interagisce
Vitamina A Retinoidi, antibiotici e anticoagulanti
Vitamine gruppo B Antipertensivi e chemioterapia
Vitamina C Antiacidi con alluminio (Maalox®), estrogeni (anticoncezionali), antipsicotici, chemioterapia, trattamento anti-HIV, trattamenti per il colesterolo e anticoagulanti
Vitamina D Trattamenti per l’insufficienza renale, antiepilettici, trattamenti per il colesterolo, trattamento per la psoriasi, antibiotici, Digoxina, trattamento antipertensivo, diuretici, corticosteroidi e lassativi
Vitamina E Ciclosporina, chemioterapia, statine e analgesici
Vitamina K Anticoagulanti e antidiabetici
Minerali Carbone attivo, levodopa, antibiotici, antiacidi, ipolipemizzanti (farmaci anticolesterolo), levotiroxina (Eutirox®) e bifosfonati

Queste sono solo alcune delle possibili interazioni che si possono verificare durante l’uso di multivitaminici. Anche se il tuo farmaco non compare in questo elenco, se dopo aver iniziato ad assumere un integratore alimentare noti dei cambiamenti nella tua terapia, devi smettere di prendere il multivitaminico e consultare al più presto un esperto.

Qual è il prezzo di un integratore multivitaminico?

Il prezzo dei multivitaminici varierà enormemente a seconda della quantità di nutrienti inclusi in ciascuna formulazione, del prestigio dell’azienda produttrice e degli ingredienti aggiuntivi (come estratti vegetali) presenti nel prodotto. Quelli più venduti hanno un costo che oscilla tra i dieci e i venti euro a confezione.

Le formulazioni esclusive (quelle che contengono molecole attive, enzimi innovativi o sostanze difficili da sintetizzare) avranno un prezzo molto più alto delle loro concorrenti più semplici. Ma l’efficacia di questi elementi moderni non è ancora stata provata con certezza. Fortunatamente, le sostanze più benefiche sono anche le più economiche.

foco

Sapevi che i primi multivitaminici cominciarono ad essere commercializzati all’inizio del XX secolo per evitare le carenze alimentari tra i bambini delle classi più benestanti?

Criteri di acquisto

Purtroppo, durante la ricerca del multivitaminico perfetto troverai molti prodotti di qualità discutibile. Se vuoi prendere la decisione giusta, presta attenzione ai seguenti criteri di acquisto e tienili in considerazione al momento di acquistare un integratore multivitaminico:

  • Allergie e intolleranze
  • Disturbi gastrointestinali
  • Sostanze aggiuntive
  • Modalità di assunzione
  • Edulcoranti e coloranti
  • Rapporto qualità/prezzo

Allergie e intolleranze

Gli ingredienti dei multivitaminici hanno origini molto diverse: elementi vegetali, animali e minerali. Se soffri di qualche tipo di intolleranza, prima dell’acquisto ricorda di informarti circa gli allergeni presenti nell’integratore. Fortunatamente esistono molti prodotti senza glutine, lattosio, frutta secca e soia.

Dall’altra parte, se segui una rigida dieta vegana o vegetariana, dovrai limitarti ai multivitaminici privi di ingredienti di origine animale. Questi integratori presenteranno sulla confezione un marchio di qualità vegana che assicurerà che sono stati prodotti interamente con ingredienti di origine vegetale al 100%.

Disturbi gastrointestinali

Se si rispettano alcune raccomandazioni generali (come quelle che abbiamo illustrato nel corso di questo articolo), i multivitaminici possono essere utilizzati in tutta sicurezza. Tuttavia, introducendo questi prodotti nella loro dieta abituale, alcune persone sperimentano disturbi gastrointestinali.

Solitamente, tali disturbi (flatulenze, pesantezza di stomaco e gonfiore) non indicano alcuna grave patologia. Puoi alleviarli assumendo l’integratore insieme ai pasti. Se sei incline a soffrire di disturbi gastrointestinali, scegli un multivitaminico appositamente pensato per le persone delicate di stomaco ed evita le formulazioni contenenti ferro.

Niket SonpalProfessore del Touro College of Osteopathic Medicine

“I disturbi gastrointestinali con l’assunzione di multivitaminici sono un problema molto comune. Colpiscono più i “millennials” che gli anziani, probabilmente perché i primi seguono uno stile di vita più frenetico”.

Sostanze aggiuntive

Nel tuo integratore, puoi trovare numerosi ingredienti aggiuntivi. Per la maggior parte si tratta di enzimi (che generano reazioni chimiche) o estratti vegetali. Se noti una sostanza sconosciuta nel tuo multivitaminico, effettua una rapida ricerca su quell’ingrediente per accertarti della sua efficacia e sicurezza. Alcuni di questi elementi sono:

  • Ginseng: Planta medicinale molto utilizzata nella medicina tradizionale cinese. Le si attribuiscono molti effetti curativi ed energizzanti.
  • Gingko biloba: Pianta originaria della Cina. Le si attribuiscono proprietà che favoriscono la circolazione e migliorano la coagulazione del sangue.
  • Guaranà: Arbusto dell’Amazzonia con proprietà stimolanti simili a quelle della caffeina.
  • Camomilla: Pianta tradizionalmente utilizzata come trattamento per i disturbi di stomaco, le flatulenze e l’agitazione.
  • Valeriana: Pianta medicinale con effetti sedativi e rilassanti.
  • Coenzima Q10: Enzima responsabile della formazione di energia nel corpo umano.
  • Omega-3: Acido grasso fondamentale per la salute cardiovascolare e cerebrale.
  • Fosfatidilserina: Sostanza che fa parte delle membrane cellulari. Potrebbe favorire le funzioni neuronali.
  • L-teanina: Estratto di tè verde che presenta proprietà ansiolitiche e antiossidanti.
  • Caffeina: Nota sostanza stimolante e attivatore del metabolismo.

View this post on Instagram

#yamamotomultivitamin #giustocibo #richiamogambeaddome

A post shared by Paola Rossi (@paolaciottolina) on

Modalità di assunzione

Generalmente, gli integratori multivitaminici vengono commercializzati sotto forma di compresse ed è necessario assumerne una sola al giorno per beneficiare di tutti i suoi effetti. Tuttavia, puoi anche acquistare questi prodotti sotto forma di polvere o liquido. Scegli il formato più adatto a te: l’efficacia del multivitaminico rimarrà invariata.

foco

Se il colore della tua urina diventa molto scuro durante l’assunzione di un multivitaminico, è possibile che tu non stia assorbendo bene i nutrienti o che ne stia assumendo una quantità eccessiva.

Edulcoranti e coloranti

Ti raccomandiamo di scegliere un multivitaminico privo di coloranti ed edulcoranti artificiali. Anche se questi additivi sono solitamente utilizzati per conferire un sapore o odore migliore all’integratore, possono provocare disturbi intestinali e reazioni allergiche molto spiacevoli. Se possibile, scegli un prodotto con ingredienti organici e naturali al 100%.

Rapporto qualità-prezzo

L’utilizzo degli integratori multivitaminici, solitamente, dura per un periodo da uno a tre mesi. Ti raccomandiamo di scegliere un prodotto che contenga una quantità di capsule, polvere o liquido sufficiente per essere usato per trenta giorni o più. Se devi risparmiare, ricorda che puoi attendere gli sconti: questi integratori impiegano anni per scadere.

Conclusioni

I multivitaminici sono una scelta sicura per muovere i primi passi nel mondo degli integratori alimentari. La loro formulazione equilibrata e pensata per contrastare le carenze nutrizionali più frequenti nella nostra società ci porta il benessere a portata di mano. Una compressa al giorno sarà tutto ciò di cui avrai bisogno per integrare la tua dieta!

Ricorda che l’esercizio quotidiano, una dieta salutare e una vita priva di tabacco, alcool e altre droghe saranno i tuoi veri alleati al momento di mantenere uno stato di salute ottimale. Tuttavia, un buon integratore può essere utile per preservare l’equilibrio necessario per godere di una vita piena e attiva anche nei momenti più difficili.

Se la nostra guida sui multivitaminici ti è piaciuta, per favore lasciaci un commento e condividi questo articolo.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Supitcha McAdam: 76666448/ 123rf.com)

Vota questo articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
49 Voto(i), Media: 5,00 di 5
Loading...
ABCINTEGRATORI

Pubblicato da ABCINTEGRATORI